Nel sabato Santo(s) il ballottaggio in attacco favorisce Robinho

robinho milan-lazio (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

robinho bojan milan-sion (spaziomilan)9 dicembre 2012, Torino-Milan: i rossoneri contro i granata devono rialzare la testa dopo la brutta (anche se inutile, ndr) sconfitta interna nella gara di Champions League contro lo Zenit a qualificazione già ottenuta. Allegri lancia davanti il tridente El Shaarawy-Pazzini-Robinho e punta tutto sulla voglia di riscatto del brasiliano che dopo un inizio di stagione travagliato non ha mai trovato la giusta continuità. Robinho ripaga la fiducia con un gol e una grande partita, l’ultima nella quale ha giocato tutti i ’90. Oggi potrebbe essere l’occasione dell’ennesimo riscatto.

30 marzo 2013, Chievo-Milan: Allegri a Verona si trova senza Boateng e il ballottaggio prevede un posto per due tra Niang e Robinho. Dall’inizio dell’anno, il brasiliano non è mai stato schierato titolare ma solo a partita in corso. L’ultima apparizione del fantasista ex Santos risale al match del Camp Nou contro il Barcellona, nella quale entrò anche bene in partita senza però incidere sul risultato. La speranza di Allegri è rilanciare dal primo minuto Robinho con l’augurio che torni il vero numero 70 (e non il 7 delle ultime due stagioni) del primo anno rossonero. Lo sperano Allegri e tutti i tifosi rossoneri.

Allegri, dop aver provato tutte le soluzioni possibili, in una delle partite più importanti della stagioni decide di giocarsi la carta Robinho quando nessuno se lo aspettava. La testa probabilmente è già in Brasile al Santos, il presente parla di sabato Santo(s). Sperando che sia di buon auspicio.

Twitter: @SBasil_10