Gattuso: “Juventus-Milan? E’ strano che dopo la mia ‘ciofeca’ i rossoneri non abbiano più vinto a Torino. Panchina? Preferisco all’estero”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

GATTUSO 1A margine di una serata di beneficenza l’allenatore-giocatore Sion ed ex campione del Milan Gennaro Gattuso, colorito come sempre, ha rilasciato, ieri, qualche parola ai microfoni di Sky Sport. L’ex centrocampista si è soffermato sull’imminente gara tra rossoneri e Juventus, sul suo ruolo di allenatore e anche sul suo futuro, che molti vedono sulla panchina del diavolo.

Sulle differenze viste in questa stagione ammette che la Juve è stata per la maggior parte del tempo avanti sia in classifica sia in valore reale al Milan, per poi aggiungere che nello scontro sul campo non sempre è avanti chi è effettivamente più forte. Dice: Juventus-Milan è una partita bellissima, tutti vorrebbero giocarla: i bianconeri sono i più forti del campionato, ma anche il Milan sta andando bene“. Con Donadoni e Van Basten, Rino è uno dei papabili alla successione di Allegri (cambio in panchina smentito proprio oggi da Andriano Galliani), anche se è lui stesso a declinare l’invito: Mi piace questo lavoro, ma non penso ad un futuro in Italia“. Nonostante non si senta pronto a tornare a casa riempie di elogi l’operato della società rossonera asserendo: La società fa bene a concentrarsi sui giovani. Vedendo la posizione in classifica e il gioco espresso, posso dire che la società non abbia sbagliato nulla quest’anno”.

Concludendo, ricordiamo che l’ultima volta che il Milan ha ottenuto i tre punti a Torino contro i bianconeri è stato il 5 Marzo 2011, vittoria per 0-1 proprio grazie al gol di Ringhio! E anche lui ripensa a quel gol con queste parole: E’ strano che l’ultima vittoria del Milan a Torino sia stata grazie ad un mio gol, la famosa ciofeca”.