Robinho, quando l’occasione che non ti aspetti diventa l’ennesima conferma che…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

robinho (spaziomilan)L’occasione che non ti aspetti. Ieri per Robinho avrebbe dovuto essere l’ennesima panchina di una stagione fatta di tanti bassi e rari alti. A sorpresa invece Allegri ha deciso di concedergli una maglia da titolare in una partita chiave come quella contro il Napoli. Poche sorprese però per quanto riguarda la sua prestazione che è stata in linea con la stagione che sta scivolando verso il termine.

Lo zampino sull’azione del gol con quel passaggio chiave per Pazzini e il movimento a tagliare l’area di rigore avversaria, poi il vuoto più o meno totale, come se fosse un componente estraneo della causa. Ripiegamenti in difesa zero, tiri in porta idem. Qualche lampo di classe ancora a servire Pazzini, ma con tanta discontinuità a farla da padrone.

La sostituzione con El Shaarawy sul finire della gara, nonostante gli elogi di circostanza fatti nel post match, sa di bocciatura ormai definitiva per un giocatore che da tempo sembra avere i pensieri altrove. Esplicito in questo senso il post che il brasiliano ha pubblicato su Instagram con il suo profilo ufficiale subito dopo l’uscita dagli spogliatoi: “Felice di aver fatto parte di questo glorioso club. Auguri Santos per i tuoi 101 anni”. Cuore e, per sfortuna, anche testa sono lì. Il primo amore non si scorda mai è quel “Forza Milan” inserito qualche minuto dopo suona come un ripiego, almeno fino a giugno.