Parlano le statistiche: entro domenica c’è un “mal di posticipo” da curare

boateng milan-napoli (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

robinho pazzini juve-milan (spaziomilan)Sul finire del weekend, con la settimana ormai alle porte e il turno di campionato quasi concluso, in casa Milan, durante questa stagione, spesso è sorto un problema chiamato posticipo. La notte non esalta i giovani di Allegri che a risultati assodati per le avversarie ha conquistato soltanto nove punti sui ventuno disponibili. Semplice casualità o difficoltà nel gestire la pressione?

Il bilancio parla chiaro: contro Juventus e Inter (girone d’andata) sono arrivate due sconfitte, pareggi in occasione delle gare contro Sampdoria, Inter (girone di ritorno) e Napoli, vittoria e tre punti solo per Milan-Juventus (giorne d’andata) e Milan-Udinese. Un dato che, in vista della sfida interna contro il Catania, deve mettere in guardia.

Se la Fiorentina dovesse vincere contro il Sampdoria a “Marassi”, i rossoneri potrebbero addirittura trovarsi ad inseguire il terzo posto, cosa che fino a tre giornate fa sembrava scongiurata. L’obbligo di vincere esalterà o renderà meno efficace il club più titolato al mondo? E se invece la Viola dovesse inciampare sotto la Lanterna, gli Allegri’s boys avranno la freddezza di prendere il largo verso la Champions? Domenica ore 20.45, il mal di posticipo ha bisogno di una cura.