Parlano le statistiche: entro domenica c'è un "mal di posticipo" da curare