Pirlo: “Berlusconi impedì il mio trasferimento al Chelsea. Oggi sono felice di aver scelto la Juve. Montolivo? E’ un calciatore completo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

pirlo-largeLo ha svelato lui stesso ai microfoni di Sky Sport: “Trattative in passato con Real, Chelsea, Roma o Barcellona? Credo di essere stato vicino ai Blues e alle merengues; avevo trovato l’accordo con i londinesi, poi intervenne Berlusconi e rimasi ancora al Milan”.

A parlare è Andrea Pirlo, che ha rivelato di essere stato sul punto di lasciare il Milan anche prima di accettare il trasferimento alla Juve, alla quale sembra legatissimo: “Non ho alcun tipo di rammarico per aver lasciato il Milan, avevo voglia di trovare nuovi stimoli, la cosa migliore era andare a giocare altrove. È stata una soluzione positiva anche per il club rossonero che ha preso altri calciatori nel mio ruolo, sono felice di aver accettato il trasferimento alla Juventus”.

Ma, avendo trascorso la fetta più grande della sua carriera al Milan, non mancano domande sulla sua ex squadra: “Seedorf sulla panchina del Milan in futuro? Clarence ha grande carisma, potrebbe fare bene sulla panchina rossonera anche se al momento è concentrato a giocare in Brasile”. E, per Montolivo, suo erede in rossonero, ha solo complimenti: “Cosa gli manca per essere come me? Credo che non gli manchi nulla. Può giocare in ogni posizione del centrocampo, è un calciatore moderno e completo che in questa stagione ha fatto benissimo al Milan“.