Zamparini: “Strano che le milanesi parlino di arbitri. Gli episodi di Firenze contro Galliani? Succede solo in Italia”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

zamparini-galliani9Il periodo nero di chi arbitra in Italia non sembra avere mai fine. In mezzo all’uragano che sta letteralmente travolgendo il settore arbitrale, è voluto intervenire anche il presidente rosanero Zamparini che con un solo rigore a favore all’attivo nell’intero arco della stagione si è invece “scagliato” contro le big impegnate invece in proteste senza fine:”Io trovo strano che Milan e Inter parlino di errori arbitrali, quando la sudditanza psicologica non ha mai favorito il Palermo ma proprio le grandi squadre”, rivela a Radio Sportiva il numero uno rosanero.

Anche ad Aronica ho detto: a Napoli non ti fischiano certi rigori, a Palermo sì. Certi club sono più protetti ma questo fa parte del calcio, così le esternazioni mi fanno contento perchè non sono solo io che esterno. Comunque ho visto più danneggiato il Milan a Firenze che l’Inter, e non penso che Moratti abbia parlato di malafede: quello che è tragico è la volontà di non farsi aiutare dalla tecnologia, e poi bisogna ripensare serenamente a quei quattro uomini che sono collegati con l’arbitro e che vanno a incidere sulle sue decisioni. Il giudice di fondo ha aumentato la possibilità di sbaglio dell’arbitro, che in certe situazioni deve decidere da solo”.

In seguito Zamparini sposta l’attenzione sulle contestazioni in tribuna subite da Adriano Galliani a Firenze:“Negli stadi in cui vado mi trattano sempre bene perchè non rappresento il potere: io non vado spesso perchè soffro di stress. Galliani invece rappresenta il potere nel calcio, e quindi sa che va incontro a contestazioni, pur essendo una cosa sbagliata e da condannare. Queste cose succedono solo in Italia“.