Buu contro Balotelli, stavolta il match si ferma

sospensione 3 milan-roma (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

sospensione 2 milan-roma (spaziomilan)Sembrava destino che prima o poi dovesse accadere. E’ successo durante Milan-Roma che l’arbitro, in questo caso il signor Rocchi, decidesse di sospendere temporaneamente il match a causa dei buu razzisti. A rendersi responsabili sono stati i tifosi giallorossi che hanno preso di mira a più riprese Mario Balotelli, costringendo in due occasioni lo speaker di San Siro a leggere un comunicato per invitare a sospendere cori di stampo razzista.

Tutto è cominciato nel primo tempo, intorno alla mezz’ora. Dal settore della Roma si sono levati buu nei confronti di SuperMario, scatenando anche la reazione dell’attaccante rossonero che si è chiaramente rivolto verso il settore ospiti portando il dito alla bocca per invitarli a smettere.

Poco dopo lo speaker del Meazza, su indicazione della Questura di Milano, ha letto un comunicato in cui si minacciava la sospensione della partita. Dopo l’intervallo le minacce sono diventate realtà, con Rocchi che al minuto 47′ è stato costretto a interrompere il gioco, chiamando a se’ Francesco Totti e Massimo Ambrosini per avvisarli che la gara non sarebbe ripresa in caso di ripetuti cori razzisti. L’interruzione è durata circa novanta secondi, il tempo utile per un altro annuncio dallo speaker di San Siro.