Capelli (Curva Sud) a Odeon: “Vogliamo che resti Allegri. Il ritorno di Maldini? Indifferente…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

striscione allegri milan-catania (spaziomilan)No a Seedorf, sì alla permanenza di Allegri. La Curva Sud per voce del suo storico capo Giancarlo Capelli, detto “Il Barone”, ha ribadito anche stasera la propria posizione in merito ai movimenti intorno alla panchina del Milan.

Intervenendo alla trasmissione “Il Campionato dei Campioni” su Odeon Tv, con ospite in studio anche il direttore di SpazioMilan.it, Christian Pradelli, il capo degli Ultras ha spiegato quanto già affermato nel comunicato diffuso in settimana: “Non è che non vogliamo Seedorf, ma noi lo scorso anno abbiamo appoggiato un progetto societario basato sui giovani scontrandoci con tanti altri tifosi del Milan e adesso ci troviamo a cambiare allenatore. Seedorf non ha esperienza. Vogliamo che rimanga Allegri. Inzaghi o Gattuso? Mi sono chiesto perché la scelta non sia caduta su Inzaghi che un po’ di esperienza quest’anno l’ha fatta”. E ancora sulla difesa di Allegri, partita già in occasione della sfida interna contro il Catania: “Abbiamo ritenuto che alcune prese di posizione di Berlusconi prima che la squadra conquistasse il terzo posto non siano state opportune e abbiamo voluto prendere le parti dell’allenatore“.

Già tre anni fa ci eravamo esposti contro la società – ha ricordato Capelli – e infatti il Milan fece una grande campagna acquisti. In generale spesso ci siamo esposti. Ma comunque ribadisco che lo scorso anno noi abbiamo sposato un progetto basato sui giovani, dopo aver visto molti giocatori andarsene. Non vogliamo cambiare allenatore“. “Noi abbiamo rispetto per la dirigenza. Siamo molto vicini a Galliani, che è un grande dirigente che ha dimostrato di sapersela cavare anche in situazioni difficili. Crediamo che alla fine ogni problema si risolverà. Non siamo noi della curva a decidere chi deve fare l’allenatore. Accetteremo le scelte della società, ma vorremmo che rimanesse Allegri“. Infine una stoccata a Paolo Maldini, dato per rientrante con un ruolo in società: “Ci è indifferente…”.