Gelosia (ag. Fifa): “Hummels e Ivanovic sarebbero gli acquisti giusti. E Borja Valero…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

gelosia ag fifaA parlare, in esclusiva a IlSussidiario.net, è l’agente Fifa Michele Gelosia. Gli argomenti trattati sono stati diversi: il calciomercato, il rinnovo del contratto di Mexes e la conferma di Allegri sulla panchina rossonera. A pochi giorni dalla fine del campionato, è inevitabile che l’argomento principale delle discussioni degli addetti ai lavori fosse il calciomercato. Non solo però, in ogni squadra ci sono anche da valutare i rinnovi contrattuali e gli eventuali riscatti. Al Milan, un giocatore che è in attesa del rinnovo è Philippe Mexes. La società sta valutando le richieste del giocatore, il transalpino è in attesa di risposta come Massimiliano Allegri. Probabilmente lunedì si saprà quale sarà il futuro del tecnico toscano e del difensore francese.

Rinnovare il contratto di Mexes sarebbe una scelta corretta e coerente, ma nello stesso tempo comincerei a guardarmi attorno alla ricerca di un difensore centrale forte. Serve un difensore che faccia fare il salto di qualità al Milan: Mexes non ci è mai riuscito, soprattutto in campo internazionale. Ai rossoneri servirebbe un giocatore forte come Thiago Silva. Quest’anno se ci fosse stato il brasiliano a guidare la difesa del Milan, i rossoneri avrebbero vinto lo scudetto”.

Per la difesa: un buon giocatore sarebbe Astori, ma non è di prima fascia. Io penserei piuttosto a calciatori del calibro di Hummels del Borussia Dortmund e Ivanovic del Chelsea. Aumenterebbero la forza della difesa del Milan, sono forti e polivalenti. Aiuterebbero la retroguardia a crescere in qualità e sicurezza. A proposito di qualità, il procuratore di Borja Valero ha lasciato trapelare che il centrocampista potrebbe lasciare Firenze. Sarebbe utilissimo sia al Milan che alla Roma”.

Su Massimilano Allegri: Confermare Allegri sarebbe una scelta coerente visto e considerato che in questa stagione è stato spesso difeso nei momenti più delicati. Non capisco perché non debba essere confermato, adesso che è vicino alla Champions League dopo un inizio campionato difficile”.