Diritti televisivi: si va verso un alleggerimento dei contratti

SAN SIROBrutte notizie sul fronte introiti derivanti dai diritti televisivi. La prossima assemblea di Lega di martedì, infatti, non promette nulla di buono su  questo fronte: Sky e Mediaset, infatti, anche considerando la pesante crisi che ha investito anche il mercato pubblicitario, sembrano disposte a mettere sul piatto dei contratti con cifre pesantemente inferiori rispetto a quelle degli anni scorsi.

Scendendo nel dettaglio da un punto di vista numerico, si parla di un ribasso tra il 20 e il 25%: i 2,5 miliardi degli ultimi quattro anni, infatti, sembrano destinati a scendere a 2 ( qualcuno parla addirittura di 1,8). Le squadre più penalizzate? Sicuramente quelle di vertice. Per questa ragione rischia di farne le spese anche il Diavolo, che si vedrebbe ridotti i compensi da 85 milioni annui a 65. Davvero non poco in questi tempi di crisi.

LEGGI ANCHE:  Tonali: “Voglio diventare una bandiera del Milan!”, poi l’elogio a Leao

Mentre si parla sempre più spesso di un interessamento di Al Jazeera a Mediaset Premium, società come Milan e Inter stanno cercando delle contromisure: l’investimento nella area del trotto per incentivare un ritorno dei tifosi allo stadio, per esempio, ma anche la possibilità di criptare alcune partite, senza trasmetterle in tv.