CALCIOMERCATO/ Milan, accordo raggiunto con Ljajic. Ora la palla passa alla Fiorentina: i dettagli

ljajic-2-5Adem Ljajic si avvicina al Milan. Dopo aver effettuato vari sondaggi nel corso di queste settimane, secondo quanto riportato in data odierna da Il Corriere dello Sport, la società di Via Turati sarebbe riuscita a trovare l’accordo con il giocatore. La punta originaria della Serbia ha reso noto a più riprese di non volere prolungare il proprio contratto con la Fiorentina, prossimo alla scadenza al termine della stagione ventura, e di essere affascinata dal progetto rossonero. Salvo colpi di scena, allora, nelle prossime settimane Ljajic e il Diavolo si troveranno nelle condizioni di convolare in un patto d’acciaio. La trattativa, però, non è da considerarsi già conclusa con esito positivo. Perché non si sa ancora se l’ufficialità di questo patto si avrà nel corso di questa sessione di mercato o soltanto all’inizio della prossima estate.

La dirigenza toscana, ancora avvelenata per aver perso Riccardo Montolivo a costo zero e per non essere riuscita a centrare l’entrata in Champions League, potrebbe infatti decidere di partire da una richiesta non inferiore a dieci milioni e mirata a blindare il proprio gioiello fino alla conclusione naturale del contratto. Certo, così facendo, i Della Valle rischierebbero di ripetere l’errore commesso in merito alla cessione di Montolivo. Ma si sa, in determinate situazioni, la società viola risulta incline a far prevalere la sete di rivalsa sulla razionalità e sulla convenienza derivante dalla cessione di un elemento prossimo a liberarsi a parametro zero.

LEGGI ANCHE:  Ufficiale, lascia il Real Madrid: affare di calciomercato per il Milan!

Ciò nonostante, proprio facendo leva sulla volontà del giocatore e sulla sua situazione contrattuale, Galliani è pronto a farsi avanti con decisione e a mettere sul piatto poco più di 5 milioni. A quel punto, la decisione finale spetterà alla Fiorentina, chiamata a decidere se mettere in scena uno sgarbo fine a se stesso o a ricavare denaro dalla vendita di un effettivo in scadenza e per nulla intenzionato a rinnovare.