Prime battute positive per i rossoneri. Mercato in uscita vivace, in ingresso niente di nuovo

riassunto della settimanaUn’altra settimana è passata e la lista degli acquisti rossoneri non è cambiata, il mercato è in fase di stallo. Attorno al Milan continuano a circolare gli stessi nomi, ma ancora niente di veramente concreto: Kucka, Ola John, Ljajic e Honda per nominare i giocatori più seguiti. Il mercato in uscita è molto più vivace, oltre ad aver ceduto in prestito diversi giocatori della Primavera di Aldo Dolcetti, hanno salutato Milanello: Didac Vilà, passato al Betis Siviglia, Oduamadi, al Brescia e Strasser al Genoa. Il giocatore della Sierra Leone è finito in Liguria nell’operazione che ha permesso al Milan di riscattare l’altra metà di Constant.

Lo stesso giocatore francese è stato vittima di un episodio spiacevole durante il Trofeo Tim giocatosi a Sassuolo a metà settimana. Durante l’ultima partita del torneo, in risposta ai cori razzisti provenienti dalle tribune, ha deciso di lasciare il campo per protesta. Un gesto forte che ricorda moltissimo quello di inizio anno che vide come protagonista Boateng a Busto Arsizio. Il mondo del calcio si è stretto attorno a Constant condannando l’atteggiamento della tifoseria: la procura federale ha aperto un fascicolo in merito e si attendono i provvedimenti del caso. Il Trofeo Tim è finito nelle mani dell’esordiente Sassuolo che ha sconfitto per 2-1 il Milan con una doppietta di Masucci, in risposta alla rete del vantaggio iniziale di Petagna. Nell’altra partita del triangolare, il Milan ha sconfitto la Juventus ai rigori dopo che il tempo regolamentare era finito per 0-0. La gara tra Sassuolo e Juventus è stata vinta dagli emiliani ai rigori dopo il pareggio a reti inviolate del tempo regolamentare.

LEGGI ANCHE:  Dionisi su Sassuolo-Milan: "Ci piacerebbe farlo contro i rossoneri!"

Continuando a parlare di calcio giocato, ieri sera grande prestazione del Milan contro il Valencia nel Trofeo Guinness. Al Mestalla, i rossoneri hanno sconfitto per 2-1 i padroni di casa con reti di Robinho e De Jong, per il Valencia ha accorciato le distanze Parejo. Ottima la prova del Milan che ritrova e perde subito per infortunio Robinho, dopo un prima parte di partita davvero convincente: oltre alla rete, tanto movimento e un rigore sbagliato. La vera sorpresa della serata è stato il centrocampo: De Jong, completamente ristabilito, ha dato tanta qualità e quantità alla mediana rossonera che con Poli e Montolivo si è dimostrata praticamente insuperabile. La prova di ieri sera è stata la conferma di quanto visto in settimana durante il Trofeo Tim. Un vero passo avanti verso i preliminari di Champions League, ma prima ci sarà da giocare la seconda partita del Trofeo Guinness Champions Cup a New York contro la vincente di Chelsea-Inter.

Per chiudere, in settimana è iniziato il ritiro a Pinzolo per la Primavera di Filippo Inzaghi. Il tecnico è entusiasta dell’incarico e durante la conferenza stampa di presentazione ha dichiarato: “Ho lo stesso entusiasmo di sempre, è speciale essere a Milanello e respirare l’aria della prima squadra. La società crede tantissimo nel settore giovanile. Ce la metteremo tutta per far crescere i ragazzi: vogliamo portare qualcuno in prima squadra. Sono onorato del compito”. Rimanendo pur sempre umile, come da calciatore: “Per fare l’allenatore non basta solo la voglia, sto avendo una grande opportunità ma devo crescere ancora. Sono pronto a tutto, qui c’è gente che mi stima. Proveremo a vincere qualcosa”.