Sei qui: Home » Ipse dixit » El Shaarawy: “Ci voleva tanta concetrazione. Sono più sereno, cerco la prestazione”

El Shaarawy: “Ci voleva tanta concetrazione. Sono più sereno, cerco la prestazione”

esultanza milan-psv (spaziomilan)Sfortunato, ma sicuramente in palla. Stephan El Shaarawy guarda con soddisfazione al passaggio ai gironi di Champions League e pure alla sua personale prestazione.

“Ci voleva assolutamente tanta concentrazione, perchè sapevamo che era fondamentale passare – ha spiegato l’attaccante rossonero ai microfoni di Sky -. Era come l’ultima partita della scorsa stagione, che così abbiamo chiuso nel migliore dei modi, siamo soddisfatti. La mia traversa? Me l’hanno detto che non è entrata di poco, peccato…”. E ancora: “Sono molto più sereno rispetto allo scaorsa stagione, non penso solo al gol, ma cerco di pià la prestazione. Sono partito col piede giusto, ma sappiamo che nel calcio può cambiare tutto da una partita all’altra. Pensiamo partita dopo partita”.

Infine sulla posizione in campo: “Il Mister mi chiede di accentrarmi e cercare il fraseggio con Balotelli, e di non stare troppo esterno, fuori dal gioco”.

Ancora a Mediaset: Oggi bisognava solo vincere e così è stato. I tifosi sono stati grandi: per me è importante il loro supporto. Quando non stavo bene avevo comunque l’appoggio di tutti, dirigenza, compagni e soprattutto dei tifosi. Arrivano altri attaccanti? Io credo che davanti siamo a posto così. Aspettiamo anche Pazzini che rientrerà dall’infortunio. Direi che siamo al completo no?”. Poi sulle parole di Allegri: Abbiamo iniziato la stagione conquistandoci la Champions. Poi siamo un gruppo compatto e sicuramente la stagione andrà alla grande. Lo convinceremo a restare“.