Sei qui: Home » News » Niang, contro l’Hellas Verona, avrà la possibilità di mettersi in mostra. Riuscirà a fare la differenza?

Niang, contro l’Hellas Verona, avrà la possibilità di mettersi in mostra. Riuscirà a fare la differenza?

niang 2 (spaziomilan)Dopo tre mesi di trepidante attesa, oggi pomeriggio contro l’Hellas Verona, ripartirà ufficialmente la nuova stagione di Serie A. Il calcio giocato, per un weekend, distrarrà i tifosi e i giornalisti che negli ultimi periodi si erano concentrati esclusivamente sul calciomercato. Un calciomercato sottotono che entrerà finalmente nel vivo la prossima settimana. Le formazioni ufficiali non sono ancora disponibili ma secondo le ultime indiscrezioni sembrerebbe che nell’undici titolare schierato da Massimiliano Allegri ci sarà M’Baye Niang.

Per l’attaccante rossonero sarà una partita importante, avrà i riflettori puntati addosso. Un’occasione da non perdere, un’occasione per mettersi in mostra e farsi valere agli occhi della società di Via Turati. La scorsa stagione, Allegri ha dato diverse possibilità a Niang, ma il francese non è riuscito a sfruttarle degnamente: ha terminato la sua prima stagione al Milan con 20 presenze in campionato, 2 in Coppa Italia e 2 in Champions League, per un totale di 24 apparizioni e una rete, siglata in Coppa Italia nel 3-0 agli Ottavi di Finale contro la Reggina. Numeri importanti, ma diverse prestazioni poco convincenti. Ora il tecnico toscano, impressionato dall’ottimo pre-campionato del transalpino, proverà a dargli un’altra occasione.

LEGGI ANCHE:  Compagnoni non ha dubbi su Origi: "Un giocatore lo aiuterà tanto al Milan!"

Il giocatore non dovrà lasciarsela sfuggire: fare bene contro il Verona significa avere la certezza di rimanere al Milan per tutta la stagione. Nelle ultime settimane il nome di Niang è stato spesso accostato a diversi club, le voci più insistenti lo davano nell’orbita di Sampdoria e Genoa. L’interesse è poi scemato e se oggi pomeriggio dovesse fare la differenza, con tutta probabilità, verrà tolto definitivamente dal mercato e potrà dormire sonni tranquilli. Il Milan si aspetta grandi cose, ma non necessariamente reti. L’estenuante ricerca della prima marcatura in Serie A potrebbe distrarlo dalle richieste di Allegri, il rischio è che sprechi troppi palloni come succedeva lo scorso anno. Giocare bene e mettersi in mostra non significa segnare, le reti arriveranno. E quando arriveranno la strada sarà in discesa.