Allegri: “Brutta partita, ripartiamo dal pari. Kakà? Eravamo abituati ad un altro sistema di gioco…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

allegri 2 (spaziomilan)Nonostante il 2-2 preso per i capelli negli ultimi secondi, Massimiliano Allegri non è soddisfatto della sua squadra dopo il pareggio di Torino-Milan.

Cinque minuti prima della fine sembrava persa, invece siamo riusciti a ribaltarla – ha dichiarato il tecnico rossonero ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo fatto una brutta partita contro un buon Toro che ci ha creato difficoltà in contropiede. Dovevamo avere più pazienza, gestire maggiormente la palla. Cerci e Immobile hanno fatto una buona gara davanti, sono molto veloci e hanno molta tecnica. Non è stato semplice arrivare al pari”.

Poi sulla prestazione di Kakà: “Sul piano dell’impegno e dell’intensità ha fatto una buona partita, non si è risparmiato assolutamente. Dobbiamo sistemarci un po’, perchè eravamo abituati a giocare con un altro sistema. Bisogna lavorare più come squadra perchè abbiamo preso cinque gol in tre partite e non va bene“.

Sulle polemiche finali per il rigore di Mario Balotelli, nato dopo una rimessa battuta velocemente col Torino che voleva sostituire Larrondo: “Abbiamo battuto veloce una rimessa, loro non hanno fatto in tempo a operare la sostituzione. Sono cose che capitano, abbiamo fatto tutto regolarmente. Normale che il Torino, che stava vincendo 2-1, si possa arrabbiare”.

Quindi c’è da guardare alla Champions League: “Mercoledì abbiamo la gara contro il Celtic e dobbiamo recuperare velocemente. Abbiamo degli infortuni, ma abbiamo gli altri in buone condizioni. Affronteremo le prossime partite con la giusta determinazione. C’è da sistemare un po’ di cose, come ce n’erano da sistemare lo scorso anno. Bisogna essere un pochino più bravi, sapendo che contro queste squadre c’è da faticare. E’ stata la stessa partita della scorsa stagione a Milano, vinta con un gol alla fine. Ripartiamo dal buono fatto da questi ragazzi”.

Giudizio finale sull’attacco e su Alessandro Matri: “Credo che Balotelli abbia bisogno di un giocatore adeguato vicino. Certe partite possono essere giocate da una sola punta, altre con due. E’ normale che con Matri si possano sfruttare di più gli spazi”.

Queste, invece, le dichiarazioni rilasciate a Mediaset Premium: “Guardiamo il bicchiere mezzo pieno: il risultato e gli ultimi 20 minuti. La prestazione non è stata bella. Abbiamo concesso troppi contropiedi, difendendo male: ma il Torino ha una grande organizzazione. Dobbiamo ancora trovare le misure, soprattutto perché abbiamo cambiato modulo e dobbiamo abituarci: mi aspettavo queste difficoltà. Buono il tentativo di riscatto nel finale, importante prima della Champions visto che di solito avevo sempre perso in queste occasioni. Manca un po’ di intesa in attacco ma era la prima volta che Kakà, Robinho e Balotelli giocavano insieme. Purtroppo abbiamo perso Abate, De Sciglio e adesso anche Montolivo, che non ci saranno mercoledì: ma fortunatamente ho una rosa competitiva. 5 gol subiti in 3 giornate sono troppi, ma conosciamo i nostri limiti e ci lavoreremo. Quest’anno abbiamo lavorato in funzione del preliminare e l’abbiamo passato. Le Nazionali non ci hanno permesso di lavorare al 100%, poi sono arrivati gli infortuni. Balotelli è stato bravo nella gestione della partita, gli ho chiesto di migliorare nelle ammonizioni e l’ha fatto. Sono felice di essere al Milan e puntiamo insieme a raggiungere i traguardi prefissati con la società“.