Fascia destra in subbuglio: Noce alternativa a Zaccardo?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

nocerino (spaziomilan)Che nelle prossime gare il Milan debba fare i conti con un out di destra da reinventare, è ormai risaputo. Con De Sciglio e Abate infortunati, l’indiziato numero uno a impossessarsi della fascia destra è Cristian Zaccardo. Il difensore ex Parma, autore di sei mesi in rossonero trascorsi nell’anonimato e di un pre-campionato caratterizzato da alti e bassi, potrebbe cogliere l’occasione per riscattarsi appieno e scalare posizioni nelle gerarchie di Mister Allegri. Trattasi, per lo Zac, dell’ultima occasione. Cristian, però, non può dirsi sicuro del posto di titolare.

Il tecnico rossonero sta infatti pensando di arretrare Poli che, proprio nel corso delle amichevoli estive, aveva ricoperto con profitto il ruolo di difensore esterno. Ma dal momento che nel corso delle prime uscite stagionali  Andrea ha ben figurato come centrocampista interno incline anche all’inserimento e alla conclusione dalla distanza, Allegri preferirebbe non spostarlo dalla linea mediana. In compenso, però, Max avrebbe intenzione di provare in fascia un altro centrocampista: Antonio Nocerino.

Dopo un campionato deludente e un’estate in cui si è trovato più volte sul piede di partenza, Noce potrebbe accettare di buon grado di arretrare in difesa. La corsa e la fisicità non gli mancano: bloccato e dedito in prevalenza alla fase di contenimento, per un paio di partite, potrebbe cavarsela. L’esito dell’esperimento dipenderà da Antonio e, in particolar modo, dalla sua voglia di mettersi in discussione in una posizione che ha ricoperto soltanto in un paio d’occasioni, quando ancora vestiva la maglia della Juventus. Certo è che, per Nocerino, scalare in difesa con successo potrebbe essere l’unico modo per rilanciarsi.