E’ emergenza difesa: De Sciglio e Abate lasciano scoperte le fasce. Quali scelte per Torino e Celtic?

de sciglio (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

abate (spaziomilan)Al Milan le cattive notizie non vengono mai da sole. E allora “melius abundare”, quando si tratta di sfortuna. E’ di oggi pomeriggio un comunicato diramato dalla società rossonera che ufficializza un quadro preoccupante per la squadra di Allegri. L’infermeria è piena, e il caso vuole che sia piena proprio dei difensori. Quattro elementi su nove (non contando Emanuelson) sono fermi ai box, con tempi di recupero più o meno lunghi e in qualche caso ancora da stabilire, come riporta acmilan.com:

ABATE ha riportato una lesione all’adduttore sinistro nel corso della partita della Nazionale Italiana. È quindi confermata la diagnosi già formulata dal professor Castellacci, medico dell’Italia. Tra 8/10 giorni il calciatore effettuerà ulteriori esami medici.

DE SCIGLIO ha riportato una lesione a manico di secchia del menisco mediale del ginocchio sinistro. Si tratta di un episodio acuto verificatosi oggi. Nei prossimi giorni il calciatore si sottoporrà a intervento chirurgico a Milano con il professor Schonhuber.

SILVESTRE soffre di una meniscopatia mediale dovuta a un trauma distorsivo. Dopo un consulto con il professor Schonhuber si è optato per la terapia conservativa.

BONERA ha effettuato un controllo clinico e radiografico della rotula sinistra. Il suo recupero procede nel migliore dei modi e la frattura è in via di consolidazione senza complicazioni. Il calciatore sta regolarmente seguendo la riabilitazione e proseguendo il lavoro atletico.

La doccia fredda riguarda sicuramente De Sciglio. Il  problema al ginocchio che lo tormenta dall’inizio della preparazione estiva non sembrava poi così grave, tanto che i medici avevano scongiurato l’intervento chirurgico, che ora invece è inevitabile. Lo stop di Abate, invece, infortunatosi in Nazionale, lo costringerà a stare lontano dai campi di gioco almeno per altri 10 giorni. Meno gravi le situazioni di Silvestre e di Bonera, che sta proseguendo il lavoro di riabilitazione senza complicazioni.

Il ritmo della stagione è incalzante, con gare che si susseguono anche dopo soli 3 giorni, e avere una rosa al completo è il requisito minimo da cui partire. Invece, anche stavolta, Allegri dovrà cercare di far quadrare la squadra pur contando i suoi difensori sulle dita di una mano. Maggiore difficoltà sorge sulle fasce, dove gli unici arruolabili sono Emanuelson, Constant e Zaccardo. Non resta che tamponare la situazione sperando in tempi migliori…