Galliani: “Napoli favorito? Prima devono batterci. Benvenuto a Thohir. Balo-Matri, l’intesa c’è”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

GallianiAdriano Galliani, amministratore delegato del Milan, ha parlato alla stampa presente agli ingressi della Lega Calcio, tornando sulla vittoria in Champions di mercoledì, lanciando la sfida al Napoli e dicendo la sua sull’arrivo imminente di Thohir all’Inter.

Sul Celtic: “La vittoria col Celtic serviva soprattutto per il girone di Champions. Partire coi tre punti è tanto. In un campionato che non è di 38 partite ma è di 6, anche una partita è importante“.

Sugli infortuni: “Stanno recuperando. Già domenica dovremmo recuperare qualche giocatore importante“.

Sul Napoli: “Sarà uno scontro diretto. E’ un campionato con 7-8 squadre di un certo calibro e altre diverse. Milan-Napoli è uno scontro fra quelli che ambiscono a stare nella parte sinistra della classifica. Napoli avvantaggiato? Ne parliamo domenica sera…“.

Sulla coppia d’attacco Balotelli-Matri: “Non c’è affiatamento? Non mi pare. Io non ho visto questo non affiatamento. Da Torino in poi, e anche a Torino, ho visto che dialogavano molto bene. Se è così non mi sono accorto“.

Infine, su Erick Thohir: “L’ingresso di investitori stranieri può essere sicuramente positivo per il calcio italiano, perché il mondo è molto cambiato. Nel mondo ci sono grandi risorse in alcuni Paesi e non più, per esempio, in Italia. Quindi assolutamente sì. Il calcio è diventato un mercato globale. In Inghilterra sono 14 le squadre che hanno una proprietà non inglese, quindi è la globalizzazione del mondo. Ben vengano gli investimenti in Italia, nel calcio ma anche negli altri settori.