Zambrotta: “Sabato sarà un piacere sfidare Kakà. Non sarà più quello del 2009, ma vuol fare la differenza”

kaka (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

zambrottaSi prevede un’affluenza massiccia in Canton Ticino per sabato prossimo 7 settembre, quando alle 18 il Milan scenderà in campo contro il Chiasso di Gianluca Zambrotta per il primo Trofeo Città di Chiasso. Sarà l’occasione per vedere il nuovo debutto di Ricardo Kakà con la maglia rossonera, a pochi giorni dalla conclusione della trattativa con il Real Madrid.

Ho ammirato Kakà sia come avversario sia da compagno di squadra – ha affermato l’ex terzino rossonero, ora alla guida dei ticinesi in un’intervista a Tuttosport -. Ha sempre avuto un grande carisma, sarà un piacere sfidarlo ancora, è sempre bello rivedere vecchi amici. E ancora: “Nel 2009 nessuno di noi ha mai voluto che lui se ne andasse via, per noi non è stato un momento bello. Perdevamo un grande professionista e uno di quei calciatori capaci di fare la differenza. Col Milan ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Fu una perdita importante, ma sappiamo che questo è il calcio. Se sarà lo stesso del 2009? Non credo, ma solo perché nessuna persona può essere quella di prima quando si va avanti con l’età. Però, lui è voluto tornare e questo significa che vuole fare la differenza. Lui sa che può ancora rendersi utile al Milan. Ha sicuramente voglia di fare sognare i tifosi rossoneri”.

Infine sulla collocazione del brasiliano nello scacchiere di Allegri: “Ricky è bravo a prendere palla un po’ indietro rispetto a un attaccante – ha risposto Zambrotta -. Kakà sa partire da lontano e sfruttare la sua velocità. È sempre stato un suo punto di forza”.