La palma del più seguito su Twitter in Serie A va ad un rossonero…

milanello 9b
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

kaka 2 chiasso-milan (spaziomilan)“La fama non è pianta che cresca su suolo mortale” scriveva John Milton e le sue parole sono quanto mai attuali. La fama ora vola in uno spazio immateriale, irreale, quello dei social network ed in particolare sulle ali di un continuo cinguettio. Twitter infatti non è più solo una rete per comunicare le proprie idee od emozioni, ma un modo per capire quanto si è diventati famosi. I follower sono il metro di misura e la popolarità adesso ha anche delle applicazioni che avvisano quanti “seguaci” si stanno aggiungendo o perdendo in modo da poter correre ai ripari. Impossibile quindi resistere dal fare classifiche e vedere chi si aggiudica il trono di più popolare tra i giocatori del campionato italiano.

A sorpresa non è Mario Balotelli il leader indiscusso della serie A. Super Mario vola alto, ma solo fino al terzo posto della classifica con 1,3 milioni di utenti divisi tra milanisti, interisti e citizen. Appena sopra una new entry del nostro campionato, Gonzalo Higuain. Il nuovo talento del Napoli ed ex Real Madrid ha 2,4 milioni di follower, ma sembra che abbia bisogno di altro tempo per conquistare gli italiani. Uno stacco davvero enorme separa il Re di Twitter dai suoi inseguitori. A guidare la classifica dei più popolari con un numero di seguaci maggiore di Michelle Obama e Nole Djokovic messi insieme, è Kakà. Il brasiliano ha ben 16,8 milioni di persone che seguono i suoi cinguettii, una cifra davvero impressionante che lo rende tra i personaggi maggiormente influenti del Brasile, anche più dei connazionali Gisele Bündchen ferma ad appena 1 milione o di Ronaldinho, a quota 7,3 milioni.

Terzo milanista in classifica è Stephan Elsharaawy, il giovane Faraone si aggiudica l’ottavo posto con appena 618 mila follower. Forse ad Elsha manca solo una vetrina internazionale dove guadagnare nuovi fan e l’inizio della Champions potrebbe aiutarlo a scalare rapidamente delle posizioni. Ma si sa che alla fine la faccenda della fama non è una cosa reale e tutti loro sono solo dei semplici ragazzi, vero?