Lennon (all. Celtic): “Milan? Non vale la Juve. Andremo a San Siro per il pareggio”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Neil LennonMercoledì a San Siro arriva il Celtic, squadra ostica e avversario temibile, soprattutto viste le tante defezioni che i rossoneri saranno costretti ad affrontare. Al Guardian, in vista della sfida di Champions, ha parlato Lennon, allenatore degli scozzesi: La Juventus è sicuramente più forte del Milan, è la migliore squadra in Italia. Il Milan invece si trova in una fase di transizione rispetto a quando c’era Ancelotti e la grande squadra dello scorso decennio. Sono più giovani e sembra che abbiano messo più enfasi sulla gioventù, con i giocatori giovani promossi in prima squadra. Ma hanno ancora molta qualità. La maggior parte delle squadre italiane è forte fisicamente e  atleticamente. Tuttavia on penso che il Milan sia forte come la Juventus”.

Sui campioni rossoneri: “Balotelli è un giocatore superbo, mi piace e mi piace il suo stile. Se è al top della forma sarà difficile da contenere. È il loro attaccante principale e da lui passano molte cose. Hanno anche El Shaarawy (che non sarà presente visto l’infortunio di sabato, ndr) e Matri, che conosciamo dalle partite con la Juventus della scorsa stagione. Muntari può fare gol, anche, e poi hanno Montolivo (out per infortunio, ndr)”.

In conclusione: “Sono una squadra forte, ma sentiamo che possiamo causargli dei problemi. Andremo a Milano con l’intenzione di fare un punto, ma non penso che questa squadra abbia paura di giocare in trasferta”.