Auguri! Oggi è il compleanno di San Siro: ecco come sono trascorsi questi 87 anni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

milan compleannoTanti auguri allo stadio San Siro! Ieri sera, battendo il Celtic, il Milan non poteva festeggiare meglio il suo stadio. Forse chiamarlo stadio è anche riduttivo, è come se fosse una seconda casa per giocatori e tifosi rossoneri. La costruzione dell’impianto ebbe inizio nel 1925 grazie all’aiuto del presidente milanista, Piero Pirelli, e fu ufficialmente inaugurato il 19 settembre 1926. Per la prima partita, il Milan, unico proprietario dello stadio, invitò i cugini interisti per un’amichevole. L’Inter vinse per 6-3 e da quel momento la rivalità si fece più accesa. Lo stadio passò al Comune di Milano nel 1935 e dal 1947 cominciò ad ospitare anche le partite casalinghe dell’Inter.

Negli anni, San Siro ne ha viste davvero tante: lavori d’ampliamento, partite dei mondiali, degli europei, incontri di box, di rugby e concerti. Inizialmente lo stadio aveva un solo anello, adesso gli anelli sono tre e contengono un totale di 80.065 posti a sedere. In campo si sono visti centinaia di campioni, in occasioni di Mondiali, Europei e non solo. I campioni che hanno vestito la maglia rossonera o nerazzurra sono innumerevoli: da Rivera a Mazzola, Bergomi e Baresi, Baggio e Matthaus, Facchetti e Maldini, Savicevic e Zanetti. L’uomo simbolo però è stato Giuseppe Meazza, scelto per dare il nome allo stadio nel 1980; fino a quel momento lo stadio era stato chiamato con il nome del quartiere dov’è ubicato nel Comune di Milano.

Il Meazza, conosciuto nel mondo anche come la “Scala del calcio”, è stato classificato come il secondo stadio più bello del mondo dal Times anche grazie alla sua capienza, il più grande in Italia e il settimo in Europa. E’ conosciuto a livello internazionale anche grazie ai numerosi concerti che ha ospitato: star italiane e straniere si sono esibite sin dal 1980, il primo a calcarne il prato fu Bob Marley. Non solo musica: nel 1960 è stato palcoscenico dell’incontro di box più seguito a livello continentale, l’incontro tra Loi e Ortis contava più di 53 mila spettatori. In due occasioni a farla da padrone non è stata la palla da calcio ma quella ovale del rugby: indimenticabile la sfida contro gli All Blacks della Nuova Zelanda nel 2009.

Il passato glorioso del Meazza è il biglietto da visita per tutto quello che accadrà nei prossimi anni: il Milan e l’Inter si sono accordati per aderire all’”Operazione quattro stelle” che prevede la classificazione degli stadi da parte dell’UEFA. In tutto comprende quattro livelli di giudizio che sono attribuiti in base a delle caratteristiche predefinite. San Siro è in lizza per ottenere l’assegnazione della finale di Champions League del 2016 e ha avviato una serie di lavori di ristrutturazione per raggiungere il massimo riconoscimento continentale. Inoltre, entro il 2015, è prevista l’installazione del campo sintetico, l’ammodernamento dei servizi e della tribuna centrale. Inoltre sarà ampliato il museo e sarà costruita un’area ristorazione.

Tutto ciò per rendere lo stadio, la seconda casa di tifosi e giocatori, un gioiello. A Milano, secondo solo al Duomo. In attesa del completamento dei lavori: ancora tanti auguri! E che i prossimi anni siano ancora ricchi di successi e trionfi… magari rossoneri.