Sei qui: Home » Copertina » Meno male che vuol fare il terzino

Meno male che vuol fare il terzino

Milan - Chievo VeronaLa partita contro il Torino non ha fatto altro che aumentare le perplessità sulla tenuta difensiva del Milan che anche con i granata ha mostrato crepe e subito molte ripartenze di Cerci e compagni. Gli infortuni non hanno permesso ad Allegri di inventarsi molto, gli uomini per il reparto arretrato erano contanti, tranne che per la fascia sinistra dove senza De Sciglio, si contendevano il posto Emanuelson e Constant.

Il tecnico livornese ha schierato l’olandese che è apparso in grandissima difficoltà in quel ruolo, Darmian, prodotto del vivaio milanista, ha fatto quello che ha voluto su quella fascia e i cross da quella parte arrivavano come se piovesse. A turno Mexes, De Jong e uno stremato Kakà, hanno dovuto aiutare Emanuelson nella chiusura, o addirittura sono dovuti intervenire loro in prima persona per evitare danni peggiori. L’ex Ajax in questi anni di Milan è stato utilizzato un po’ ovunque, come centrocampista laterale, mezz’ala, trequartista e terzino senza mai dare reali garanzie, tanto è vero che lo scorso gennaio la società decise di girarlo in prestito al Fulham. Quest’estate è stato provato da subito come esterno basso e lui ha dichiarato di voler impegnarsi e di sentirsi un terzino a tutti gli effetti per giocarsi le sue carte in rossonero. Gli addetti ai lavori hanno apprezzato questa scelta, intravedendo in lui un nuovo Serginho, magari con qualche pecca dietro ma devastante in fase offensiva. Le prime uscite però sono state negative, Emanuelson è sembrato spaesato e poco lucido nelle giocate ed è andato in affanno contro avversari tecnici e veloci.

LEGGI ANCHE:  Bergomi sicuro sulla lotta scudetto: "Sono loro le favorite!"

Allegri vede i giocatori tutti i giorni e sceglie i migliori per scendere in campo ma Constant l’anno scorso ha dimostrato di essere un giocatore di buona affidabilità, meno abile magari in fase offensiva ma più sicuro in quella difensiva. In una situazione di emergenza forse sarebbe più opportuno schierare lui, senza stravolgere una difesa  tutt’altro che solida.Con buona pace di Emanuelson che è ancora alla ricerca del suo ruolo in campo. Da queste prime partite, purtroppo, scartiamo anche quello di terzino.