Sei qui: Home » Ipse dixit » Evani non crede a una gara già scritta: “Napoli favorito, ma guai a sottovalutare il Milan…”

Evani non crede a una gara già scritta: “Napoli favorito, ma guai a sottovalutare il Milan…”

evani okokAlberigo Evani, selezionatore della nazionale under 20, e grande ex giocatore rossonero, ha analizzato la partita tra il Milan e il Napoli ai microfoni di calciomercato.com.

Un gara in cui i partenopei partono favoriti ma non devono commettere l’errore di snobbare il Milan: “In campionato, gli azzurri sono partiti molto forte, anche se va considerata la qualità non eccelsa degli avversari incontrati. Diverso è il discorso in Champions, dove la squadra di Benitez ha giocato un’ottima partita, a differenza di quella molto sofferta dei rossoneri. L’errore che il Napoli non dovrà commettere è quello di sottovalutare gli uomini di Allegri, che hanno elementi in grado di risolvere da soli la sfida”.

Le due squadre hanno i loro punti di forza nel reparto offensivo, secondo Evani i rispettivi attaccanti saranno i protagonisti della gara ma punta forte anche su un brasiliano: “Certamente Balotelli e Higuain saranno determinanti , ma aggiungerei anche Hamsik, che può fare molto male con i suoi inserimenti. E nel Milan può diventare prezioso un giocatore come Robinho che, se sta bene ed è motivato, può essere l’arma in più dei rossoneri”.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, trequartista cercasi: offerta per un vecchio pallino

L’ex centrocampista rossonero considera la gara molto importante, nonostante sia solo la quarta giornata, per entrambe le squadre: “ Il Milan ha bisogno di morale e, in caso di sconfitta, rischia di perdere molte delle sue certezze. Il Napoli è più squadra e ha bisogno di dare continuità agli ultimi risultati per confermarsi nel ruolo di anti-Juve. Questo non significa che il Milan parta battuto, perchè gioca a San Siro e la spinta del pubblico sarà importante”.