Sei qui: Home » Calciomercato Milan » CALCIOMERCATO/ Milan, Pastore ritorna in orbita rossonera. Il fantasista del PSG ha le valigie pronte

CALCIOMERCATO/ Milan, Pastore ritorna in orbita rossonera. Il fantasista del PSG ha le valigie pronte

pastore milanPer la serie a volte ritornano. Javier Pastore sembrerebbe già sul piede di partenza, dopo soli venti giorni dalle voci che vedevano un suo rinnovo fino al 2017 col PSG. Un ruolo sempre più marginale nella squadra di Blanc, l’avrebbe convinto a cambiare aria anche perché il rinnovo anticipato non è poi arrivato. L’Italia sembrerebbe la destinazione più gradita per il francese, la nazione e il campionato che l’hanno consacrato nel calcio che conta. Come lui stesso ha ammesso lo scorso anno a Chi: Prima o poi giocherò col Milan, ne sono sicuro. Ho uno stupendo rapporto con la società rossonera. Il Milan è un qualcosa di magico, lo sento. Amo l’Italia, mi manca ma prima di tornare vinco qualcosa con il PSG”.

Dichiarazioni poi limate e riviste dallo stesso Pastore che, oltre ad un ritorno in Italia, vedrebbe di buon occhio un approdo in rossonero. Per il Milan sarebbe un acquisto molto importante, soprattutto considerate le doti dell’argentino che si adatterebbero perfettamente allo schema di Allegri. Potrebbe essere schierato come centrocampista centrale, trequartista o esterno in un tridente. La sua duttilità potrebbe far la fortuna del Milan, ma non quella della squadra di Parigi: ieri è rimasto in tribuna contro il Tolosa nonostante la buona prova contro il Valenciennes di mercoledì. Blanc non lo reputa un giocatore fondamentale per il PSG.

LEGGI ANCHE:  Milan, i convocati per il ritiro: l'elenco completo!

Questa estate si era parlato a lungo di un interessamento del Milan e del Real Madrid per il fantasista, ma alla fine l’interesse non si era concretizzato per l’arrivo a Milano di Kakà e a Madrid di Bale. Con l’infortunio del brasiliano e il raffreddamento della pista Honda, a gennaio i rossoneri potrebbero affondare il colpo decisivo. Pastore ha un contratto con il PSG fino al 30 giugno del 2016 e guadagna poco più di 4 milioni di euro l’anno; la cifra richiederebbe un sacrificio per il Milan ma non sarebbe poi così proibitiva rispetto al tetto salariale fissato proprio a 4 milioni di euro. A questo punto l’affare si complica visto che rimarrebbe da coprire il costo del cartellino del ventiquattrenne centrocampista. Il prezzo fissato dai parigini è di circa 30 milioni di euro, una cifra troppo elevata per le casse di Via Turati.

Il Milan è pronto a fare uno dei migliori regali di Natale ai propri tifosi? Rimarremo a vedere cosa accade durante la sessione di calciomercato invernale, intanto cominciamo a segnarlo nella lista dei desideri.