Sei qui: Home » News » L’ impresa-Milan pubblica il “Rapporto di Sostenibilità”, novità assoluta nel mondo del calcio

L’ impresa-Milan pubblica il “Rapporto di Sostenibilità”, novità assoluta nel mondo del calcio

SAN SIROSostenibilità, fairplay finanziario, sviluppo del brand, responsabilità socioeconomica… Adriano Galliani ne ha fatto dei veri e propri dogma per il “suo” Milan da qualche anno a questa parte, affermando costantemente con una squadra di calcio debba essere innanzitutto considerata come un’azienda a tutti gli effetti, e, per tale motivo, risente dei cambiamenti e delle vicissitudini economiche che costantemente si palesano nella nostra società.

Per questo motivo, il club di Via Turati è stato il primo club mondiale a pubblicare sul sito ufficiale un “Rapporto di Sostenibilità“. Il documento, a firma Barbara Berlusconi ed Adriano Galliani, ha l’obiettivo di spiegare, in circa centoventi pagine, come il Milan voglia “impegnarsi ad un nuovo modo di impresa“. Detto in parole più semplici, la società rossonera ha dimostrato concretamente come si è mossa e come intende muoversi in futuro per raggiungere obiettivi cardine di ogni azienda: competitività della squadra, sicurezza, sostenibilità economica, valori etici, riduzione degli impatti ambientali, tutela della salute, giusto per citarne alcuno. Il club, in collaborazione con PwC, network mondiale per le revisioni e la consulenza delle imprese, ha individuato un programma strategico pluriennale di corporate social responsibility (Csr), con precisi piani di lavoro per raggiungere i predetti obiettivi, e sarà aggiornato ogni anno sul sito rossonero, per metterlo a conoscenza dei tifosi e degli addetti ai lavori. Questo, per un vero panorama a 360°, in quanto nel documento si spiega dettagliatamente la funzionalità e l’utilizzo di San Siro, del centro sportivo di Milanello, della Fondazione Milan, dei Social Network, di Milan Lab, degli introiti con gli sponsor e molto altro.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, il PSG piomba su un altro obiettivo rossonero: la notizia!

Tutto ciò a testimonianza di come, al giorno d’oggi, il calcio non si porti avanti solo rincorrendo un pallone in mezzo ad un campo, ma prestando la massima attenzione e attribuendo essenziale importanza a tutto ciò che vi ruota intorno e che i riflettori degli stadi e dei mass-media raramente riescono a portare alla luce.