Paloschi ultimo ad arrendersi contro il Napoli, Comi decisivo contro il Siena

DIAVOLI FUORI SEDE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

rossoneri fuori sedeIl calciomercato è terminato da qualche ora ed è arrivato il momento di tirare le somme. In questa sessione di mercato, il Milan ha parzialmente abbandonato il progetto “giovani” cedendo Boateng e Petagna e puntando tutto su Kaka e Matri. Proprio l’ex juventino dovrà servire da esempio per i giovani rossoneri ceduti in prestito o in comproprietà per fare esperienza lontano da Milano. Matri, dopo essere cresciuto nelle giovanili rossonere, ha esordito in Serie A a soli diciotto anni nel 2003. Per trovare la seconda presenza nel Milan ha dovuto attendere ben dieci anni: alla fine, l’occasione arriva per tutti. L’importante è riuscire a mettersi in mostra e dimostrare stagione dopo stagione di poter essere un giocatore che merita di giocare in una squadra blasonata come quella milanista.

Come si saranno comportati i giocatori rossoneri? Ecco di seguito, descritte le prestazioni dei giocatori più rappresentativi tra quelli lontani da Milanello:

Paloschi, Alberto (Chievo Verona) – Il giovane attaccante del Chievo è l’ultimo ad arrendersi alla corazzata napoletana. L’ex rossonero ha giocato una partita da autentico leader, mantenendo da solo in parità il risultato della prima frazione di gioco: Paloschi ha risposto con una doppietta alle reti di Hamsik e Callejon. Nonostante gli sforzi, nulla ha potuto nel secondo tempo quando il Napoli ha dilagato e si è portato sul 4-2 con la seconda rete di Hamsik e al goal di Higuain. Risultato finale, Chievo-Napoli 2-4.

Bartosz, Salamon (Sampdoria) – Il polacco ha assistito dalla panchina alla gara tra Bologna e Sampdoria terminata per 2-2.

Boateng, Kingsley (Catania) – La giovanissima punta rossonera è rimasta in panchina per tutta la partita Catania-Inter. Brutta sconfitta dei siciliani per 3-0.

In Serie B:

Lora, Filippo (Cittadella) – Il centrocampista, squalificato in seguito all’espulsione rimediata nella prima giornata di campionato contro lo Spezia, ha assistito dalla tribuna la partita Ternana-Cittadella terminata in parità per 2-2.

Fossati, Marco (Bari) – Schierato titolare all’esordio, non ha inciso più di tanto nella partita Bari-Brescia finita in parità a reti inviolate. Tanta grinta per l’ex rossonero che ha rimediato un cartellino giallo alla fine del primo tempo.

Oduamadi, Nnamdi (Brescia) – Sull’altra sponda, Oduamadi è subentrato a Sodinha a metà del secondo tempo. Per il nigeriano tanto movimento e tanta corsa, anche se non si è mai visto pericoloso dalle parti del portiere dei pugliesi.

Verdi, Simone (Empoli) – Il giovane trequartista è stato fondamentale nella vittoria per 2-1 dell’Empoli in casa del Palermo. Moltissimi assist e passaggi filtranti per le due punte Tavano e Maccarone, in una sfida che ha il sapore di Serie A non solo per gli interpreti in campo, ma anche per la qualità del gioco. Sicuramente per Verdi sarà un’esperienza importantissima in Toscana.

Henty, Ezekiel (Spezia) – Juve Stabia-Spezia 1-2, vittoria convincente in casa della squadra di Castellammare per i compagni di Henty, che nell’occasione è rimasto in panchina per tutta la gara.

Ely, Rodrigo (Varese) – Il difensore del Varese ha assistito dalla panchina alla partita Varese-Modena terminata in parità per 1-1.

Comi, Gianmario (Novara)Prestazione da incorniciare per la punta del Novara nella gara casalinga contro il Siena. L’ex rossonero ha siglato la rete decisiva al 96° del 2-1, sfruttando un calcio d’angolo e insaccando di testa alle spalle del portiere senese Lamanna.

Per concludere in Italia con la Lega Pro Girone A e B:

Valoti, Mattia (Albinoleffe) – L’ex rossonero è rimasto in tribuna nella partita Savona-Albinoleffe terminata per 2-3.

Ganz, Simone (Lumezzane) – Esordio amaro per l’ex punta della Primavera del Milan in Lega Pro: Lumezzane-Pro Vercelli 1-2 con un Ganz in ombra che non riesce a replicare il buonissimo pre-campionato giocato. Ganz, nervoso nel finale, è stato ammonito per proteste in seguito ad un episodio dubbio in area piemontese.

Zigoni, Gianmarco (Lecce) – L’ex attaccante rossonero è stato schierato, sin dalle battute iniziali, accanto a Miccoli, autore della rete salentina, nella gara Salernitana-Lecce terminata 2-1. Ottima prova di Zigoni che in più di un’occasione si è mostrato pericoloso davanti al portiere campano. La punta è stata sostituita da Beretta all’80°.

Beretta, Giacomo (Lecce) – Stimolante staffetta con l’ex compagno di tante avventure nelle giovanili rossonere, Zigoni: nella prima giornata il ballottaggio è stato vinto da quest’ultimo, per Beretta si profila un ruolo marginale. Il giocatore dovrà dimostrare a Mister Moriero di meritare più spazio nell’attacco leccese.

Dalla Spagna:

Didac Vilà (Betis) – Non si hanno notizie confortanti dall’ex terzino rossonero ancora in tribuna nella gara Espanyol-Betis terminata per 0-0.