Sei qui: Home » Copertina » Brutti, pochi e infortunati: diamo tempo al Milan. La chiave è vicina

Brutti, pochi e infortunati: diamo tempo al Milan. La chiave è vicina

Arianna Sironi è nello staff di SpazioMilan.it dalla sua nascita, l’8 marzo 2011, ed è una delle prime firme del sito. Conduce con il vicedirettore Daniele Mariani “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

A. Sironi - Coordinatrice SpazioMilan.it
A. Sironi – Coordinatrice SpazioMilan.it

Brutti, tanto da non sembrare veri. Senza gioco, senza idee, con una difesa fragile e che fa andare a nozze sulle palle alte ogni giocatore con un buon terzo tempo. Tutto vero, purtroppo. Ma aspettiamo. Aspettiamo a dare giudizi affrettati e definitivi su questo Milan che definire rimaneggiato è ancora riduttivo. Sono 8 i giocatori ancora in infermeria, capitan Montolivo ha recuperato da pochi giorni e in campionato Allegri è costretto a giocare senza Balotelli.

Identità e schemi, verissimo, dovrebbero nascere in estate ed essere compresi da tutti, seconde linee comprese. Ma qui si parla di giocare senza 3 titolari, Kakà, De Sciglio ed El Shaarawy, che inevitabilmente ti cambiano il volto della squadra. Togliamo a questa Juve non brillantissima Chiellini, Tevez e Pogba, oppure alla super Roma i vari De Rossi, Benatia e Totti. La spina dorsale rossonera io la vedo tra De Sciglio, Montolivo-De Jong, Kakà e Balotelli. Di questi l’unico sempre presente è stato l’olandese, autentico leader in mezzo al campo. Troppo poco, per chiunque.

LEGGI ANCHE:  Supercoppa Italiana tra Inter e Milan: ufficializzate data e luogo

Allora aspettiamo, se necessario come abbiamo fatto martedì contro l’Ajax, subendo ed incassando, poi rialzandoci rischiando sia di perderla che di vincerla. Siamo il Milan, è vero, ma non per celarsi dietro questo bello e semplicistico slogan. Quindi rifacciamo: siamo un Milan, con tanti problemi e soluzioni difficili, che nonostante questo, a differenza di altri, gioca in Champions con ottime possibilità di passare al turno successivo. Per le conclusioni c’è tempo, i complottisti hanno già drizzato le antenne. Dopo la sosta, la chiave è lì.