Sei qui: Home » Copertina » Dal settore giovanile luce e classe bosniaca, i fratelli Modic nel futuro della Prima Squadra: scopriamoli

Dal settore giovanile luce e classe bosniaca, i fratelli Modic nel futuro della Prima Squadra: scopriamoli

Modic

Non solo i fratellini Maldini, Christian, salito alle cronache per la prima apparizione a Milanello, e il più piccolo Daniel. Nel settore giovanile rossonero un’altra famiglia si gode due talenti: Andrej, centrocampista di grandi qualità tecniche classe ’96, e Mihael Modic, attaccante classe ’98. Due ragazzi venuti dalla Bosnia, nati a Banja Luka e arrivati in Italia per motivi di lavoro del padre. Classe cristallina per entrambi, gioie e speranze del Milan che ora se li gode tra Allievi I/II divisione, ma in futuro spera di poterli lanciare nel calcio che conta.

È il giornalista di Sky Gianluca Di Marzio, a raccontare la storia dei baby talenti. Il più grande, Andrej, era stato segnalato agli osservati milanisti nel 2008 dal Sig. Calloni, genitore di un ragazzino del settore giovanile rossonero che lo aveva visto all’opera in alcuni tornei locali in Italia. Lo scouting di via Turati si attiva e in due anni tessera sia Andrej che Mihael rispettivamente per Giovanissimi Nazionali e categorie regionali. Un successo da subito, per entrambi.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, si punta l'affare dal PSG: le ultime

Dopo aver incantato con gli Allievi Nazionali, il più grande dei Modic si sta gradualmente avvicinando alla Prima Squadra. Il 7 settembre, nel giorno di Kakà, a Chiasso è arrivato anche il debutto: per molti presto sarà il regista di Allegri, ora se lo gode Inzaghi. Per Brocchi invece c’è Mihael, attaccante puro e già autore di due gol nelle prime tre partite della stagione. Sangue rossonerobosniaco, il futuro passa da qui.

(Fonte foto AcMilan.com)