Sei qui: Home » News » Gli scontri diretti non sorridono a Max Allegri: urge invertire la tendenza

Gli scontri diretti non sorridono a Max Allegri: urge invertire la tendenza

allegri milan-napoli (spaziomilan)Il Corriere dello Sport non ha dubbi: il Milan ha una relazione complicata con gli scontri diretti. Molto complicata, se pensiamo che anche nella stagione dello scudetto i numeri, in questo senso, non hanno mai sorriso a Massimiliano Allegri: 24 punti su 36 nell’anno dello scudetto, poi solo 21 su 72 nelle stagioni successive. Poco, davvero troppo poco.

Domani sera invertire il trend diventa una necessità oltre che una speranza: per non cadere nel vortice della paura, per ritrovare un po’ di quel coraggio e di quella sicurezza che sembrano essersene andati. Perché, a dispetto di tutto, la Juventus di oggi non è imbattibile, non è in una condizione smagliante e non approfittarne sarebbe un vero peccato.

LEGGI ANCHE:  Gioca nel Milan, cercato da Giampaolo: “È un suo pupillo, lo vuole alla Samp!”

Lasciare altri 3 punti allo “Juventus Stadium” domani sera significherebbe, forse, abbandonare già del tutto qualsiasi velleità di classifica. E questo, ovviamente, farebbe molto più male di una banale percentuale.