Muntari Milan: "Contro il Barça non abbiamo perso per l'arbitro"

Muntari: “Ieri l’arbitro non c’entra. Dobbiamo seguire Allegri. Contro il Chievo come fosse una finale”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

muntari (spaziomilan)Queste le dichiarazioni rilasciate in esclusiva a Milan Channel da parte di Sulley Muntari: “Ieri non volevamo perdere, ma è un momento così così, un po’ difficile. Abbiamo i piedi per terra per fare bene e sicuramente ne usciremo fra un po’, quindi ho fiducia. Quello che abbiamo studiato a Milanello lo abbiamo messo in pratica, il mister ci aveva chiesto di scendere in campo così e per questo ci siamo allenati. Abbiamo fatto il gioco e abbiamo creato qualche occasione e non è andata, ma usciremo da questo momento di difficoltà. Il lavoro duro che facciamo sicuramente ci ripagherà, io ho davvero molta fiducia“.

Sulle decisioni dell’arbitro Mazic: “Gli episodi di Barcellona non possono esser usati come polemica, noi dobbiamo cercare di rialzarci da questo momento. Non diamo le colpe all’arbitro, giu la testa e lavorare duro come stiamo facendo dall’inizio. Volevamo entrare in campo per fare bene perché diamo sempre il 100 %. Le cose non stanno girando ma nel primo tempo abbiamo parlato e ci siamo detti che vogliamo uscire da questo periodo. Ripeto è un momento così, passerà“.

Su Allegri e il Chievo: “Allegri è il nostro allenatore non ci dobbiamo lamentare di niente. Noi dobbiamo seguirlo. Tutti parlano del mister ma ognuno deve guardare il proprio lavoro. Sappiamo bene che non è un momento felice per i tifosi del Milan, ma la vita è così. Bisogna lavorare duro e dare il nostro meglio. Abbiamo bisogno di tutti e di stare tutti insieme. Con il Chievo è un match molto molto importante, in un campo difficile. Non sarà facile trovare i 3 punti, ma quello che ci diciamo è che ogni partita dobbiamo scendere in campo come se fosse una finale e dobbiamo andare a Verona per fare molto bene”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy