buriani milan- L'ex Buriani si esprime sugli obiettivi rossoneri

Buriani boccia Nainggolan e D’Ambrosio: “Non sono campioni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ruben Buriani ha vestito la maglia rossonera per 5 stagioni, tra cui quella sportivamente tragica della retrocessione in Serie B del 1979-80. Intervistato da Tuttomercatoweb.com, ha rilasciato in esclusiva alcune dichiarazioni importanti su Milan ed Inter, nonché possibili comuni obiettivi per il calciomercato alle porte. Ma non solo, ecco le sue parole:

Sul periodo rossonero e il derby: “Avendo passato almeno il turno di Champions League credo che ci sia stata un’iniezione di fiducia, anche la squadra vista contro la Roma mi ha dato l’idea di essere in ripresa. Il derby è sempre una partita fine a se stessa, magari sono gare noiose o troppo sentite. Sono gare a rischio, specie per due squadre che vengono da un momento difficile e da una classifica precaria.”

Sugli obiettivi di mercato delle milanesi, Nainggolan e D’Ambrosio su tutti:” Credo che siano due buoni giocatori, ma non spostano gli equilibri delle due squadre. Il Milan ha esterni a sufficienza, non credo che possa servire D’Ambrosio. Nainggolan può avere un senso, visto che a centrocampo forse al Milan manca qualcosa, ma onestamente non li vedo due calciatori per cui valga la pena darsi battaglia. Buoni giocatori, non campioni“.

Su un derby senza la tifoserie nerazzurra per i padroni di casa: “E’ chiaro che qualche misura andava presa, non sono concepibili certi cori, sentire tifosi che vanno allo stadio solo per creare problemi. Però non ha senso penalizzare una curva intera per un centinaio di persone. E’ triste una gara senza tifosi, specie un derby: vuol dire che il calcio ha perso. Io riaprirei la curva domenica, darei un’ultima chance ai tifosi, ma vanno puniti i veri colpevoli”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy