gattuso poli: poli a cena da gattuso, le parole di entrambi

Gattuso battezza Poli: “E’ un trascinatore, ci mette cuore e anima”. E Andrea: “Spero di indossare questa maglia per tanti anni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Andrea Poli “a scuola” da Gennaro Gattuso. Ieri sera, il centrocampista rossonero, alla sua prima stagione al Milan, è stato ospite nel ristorante di Ringhio: i due hanno chiacchierato molto, e chissà che Gattuso non gli abbia svelato qualche segreto del mestiere, oltre a fargli mille in bocca al lupo. L’ex numero 8 del Milan ha commentato questo incontro ai microfoni della Gazzetta dello Sport:Andrea mi piace perché non è solo un incontrista com’ero io, ha piedi buoni, sa inse­rirsi. E poi ci mette cuore e ani­ma. Vedere giocatori bravi e umili oggi è sempre più diffici­le. Lea­der si nasce, ti ci fanno diventare i compagni. La leadership uno ce l’ha dentro, io per 13 anni mi so­no sentito il capo ultrà, il capitano e l’amministratore delegato del Milan. Andrea è un trascinatore col suo modo di fare in cam­po, si è visto anche l’altra sera contro l’Ajax, quando si è girato verso i tifosi urlando ‘Vai’“. 

Queste invece, le parole di Poli, riportate sempre dalla rosea: “Ho sen­tito molto parlare di Rino in questi mesi, i miei compagni lo nominano spesso. L’ho sempre stimato per­ché ha fatto parte di quel Milan che mi ha fatto sognare. Per questo ci tenevo tanto a incon­trarlo, per farmi raccontare i segreti di uno spogliatoio formidabile. Mi piace prendermi delle re­sponsabilità, spero di indossare que­sta maglia per tanti anni e ho l’ambizione di ritagliarmi un ruolo importante. So di essere arrivato in un momento di tran­sizione, nessuno di noi sarebbe stato titolare nel grande Milan, però possiamo aprire un buon ciclo. A Milanello si respira un’aria magica, ho una gran vo­glia di vincere e affermarmi qui”.

Non è mancato, da parte di entrambi, un commento sulla stagione del Milan. L’opinione di Gattuso: “Dopo la rimonta strepitosa di un anno fa qualcuno è partito con il fre­no a mano tirato, magari pen­sando “tanto ce la facciamo…”. Quest’anno sarà più dura, però se si gioca con la voglia di mer­coledì qualcosa si può fare. Bi­sogna essere meno belli ma più squadra“. 

Gli fa eco Poli: “Se avessimo giocato con il Livorno come contro l’Ajax il risultato sarebbe stato diverso. Ci sono tante partite che avremmo po­tuto vincere, non ci siamo riu­sciti perché abbiamo avuto l’ap­proccio sbagliato. In campiona­to non abbiamo ottenuto i risultati che volevamo, in Champions invece siamo passa­ti meritamente nonostante un girone difficile. Però noi siamo sempre gli stessi… I punti di di­stacco dalle prime sono tanti,io però ci voglio credere”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy