Niang Milan - Per il francese un contratto in prestito senza diritto di riscatto

Per Niang un prestito puro senza diritto di riscatto, oggi il primo allenamento coi nuovi compagni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Secondo indiscrezioni riportate ieri da L’Equipe, ci sarebbero delle importanti novità sul trasferimento di M’Baye Niang al Montpellier. Sembrerebbe che il giovane attaccante francese non si sia trasferito in Francia con un prestito con diritto di riscatto ma con un semplice prestito per sei mesi. Per farla breve, Niang tornerà sicuramente a Milanello al termine di questa stagione.

La società di Via Aldo Rossi spera che il ritorno a casa per un breve periodo possa far bene all’ex attaccante del Milan. Il motivo di questa scelta è molto semplice, Robinho e Matri sarebbero sul piede di partenza. Per il primo è tornata in voga l’ipotesi Brasile, visto che Adriano Galliani si trova in Sud America per le vacanze natalizie. Sulle sue tracce ci sarebbe il Santos che non ha smentito l’interesse così come l’attaccante brasiliano non ha chiuso ad un eventuale ritorno in patria.

Per Matri, invece, ci sarebbe in pole position la Lazio che lo sta corteggiando da qualche settimana. La trattativa sembrerebbe tutta in salita anche perché l’idea della società rossonera è quella di ottenere in cambio una parte di cartellino di Hernanes. Missione ardua per i biancocelesti, ma alla fine Lotito potrebbe comunque spuntarla.

Arrivato ieri a Montpellier, Niang stamattina si allenato con i nuovi compagni di squadra. Sul suo conto ha parlato Rolland Courbis, il tecnico della squadra francese: “A me interessa che ci dia un aiuto nei prossimi sei mesi. Sono molto felice di recuperare un talento così giovane e promettente”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy