Il 2014 sarà l’anno dei Mondiali in Brasile, terra di tanti campioni rossoneri

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’evento del 2014 per gli amanti del calcio e non, sarà certamente la coppa del mondo che prenderà via il prossimo 12 giugno in Brasile. I calciatori brasiliani sentono molto l’importanza dell’appuntamento con la storia, e i tifosi del Milan conoscono bene le qualità dei campioni verdeoro. Tantissimi i brasiliani ad aver scritto pagine importanti della lunga epopea rossonera. Ripercorrendo le loro gesta con la casacca del diavolo, si ritrovano numeri e vittorie impressionanti, che vale la pena rispolverare e rivivere insieme.

Si comincia da José Altafini, autentica leggenda, che in 246 presenze ha segnato 161 volte in rossonero, vincendo 2 campionati e la prima Coppa dei Campioni del club, da assoluto protagonista. Altafini che tra l’altro, vinse anche il mondiale con il Brasile nell’edizione del 1958. Campione del mondo così come tantissimi altri brasiliani rossoneri, tutti passati dalle parti di Milanello. Che il Milan abbia un feeling speciale con il Brasile, lo si capisce da un dato davvero significativo: tutti e quattro i brasiliani vincitori del Pallone d’Oro, hanno giocato nel club rossonero. Kakà, Ronaldinho, Ronaldo e Rivaldo: il pubblico milanista si è divertito ed emozionato osservando da vicino le loro spettacolari giocate. E non vanno neppure dimenticati altri protagonisti non meno importanti: il portiere Dida, il difensore Thiago Silva, i terzini Serginho e Cafu. La maggior parte di loro ha vinto scudetti e Champions League nel Milan, ed anche la coppa del mondo con la propria nazionale. Ad accrescere la colonia sudamericana anche altri protagonisti minori come Leonardo, Emerson, Robinho e Roque Junior.

Grandi gioie e qualche rimpianto: il giovane Pato ad esempio, prometteva meraviglie a soli 18 anni. Ma pur risultando importantissimo nell’anno dello scudetto, con una doppietta nel derby decisivo per il titolo, l’attaccante brasiliano non è stato in grado di ripercorrere le gesta dei suoi predecessori connazionali. Ed anche il fenomeno del momento, l’estroso Neymar arrivato in Europa con la maglia del Barcellona, piaceva tantissimo in casa rossonera, con Galliani che non ne ha mai fatto mistero. Il Milan e i brasiliani, l’accoppiata perfetta per uno spot del calcio: gioia, gol, fantasia e successi.