La febbre di Abbiati rispolvera Amelia: Milan, che intenzioni hai con Gabriel?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il rapporto di Marco Amelia con i colori rossoneri in questi tre anni di convivenza è stato molto complicato. Arrivò a Milano come vice di Abbiati nella prima stagione di Allegri, dopo aver passato molte stagioni come primo portiere con le maglie di Livorno, Palermo e Genoa. Ma a Milanello, forse, non ha mai convinto fino in fondo e in questa sessione di mercato voci che vedono il suo futuro lontano da Milano si sono fatte sempre più insistenti: la società lo mette sul mercato ma lui non trova una collocazione. Nel frattempo Gabriel non convince e così a Cagliari, in una partita delicatissima, Seedorf tra i pali si affiderà all’esperienza di Amelia.

L’ultima partita del numero 1 rossonero risale al fortunato match di Champions League casalingo contro il Barcellona: i catalani soffrirono molto la tattica messa in campo da Allegri e solo un gol di Messi evitò la sconfitta agli spagnoli. Ma eravamo a fine ottobre: da quella partita sono passati 96 giorni e Amelia era completamente scomparso dai radar rossoneri, tanto da finire sul mercato ed essere oramai ad un passo da un trasferimento in una squadra che potesse garantirgli un maggior minutaggio.

Intanto chi continua a non gradire la situazione attuale è Gabriel. Il brasiliano prima aveva avuto la certezza di rimane come secondo portiere dopo Abbiati, poi è stato messo sul mercato alla ricerca di un prestito di sei mesi che potesse dargli minuti: adesso, però, tutto sembra orientato verso la scelta di rimanere alle spalle di Abbiati e Amelia e apprendere ancora da loro. Ma si sa, chi vive sperando…