SM RELIVE/ Baresi: “Io allenatore del Milan? Un sogno. La società investe molto sui giovani, si vede. Sassuolo a 40 euro? E’ troppo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Una presenza ed una voce storica: un pezzo di Milan, un capitano vero. Franco Baresi, eterno numero 6 rossonero, è stato ospite di “MVP”, programma di Milan Channel. Molte le domande dei tifosi rossoneri, che hanno approfittato della grande esperienza del Capitano per avere una visione più chiara del nuovo Milan e del calcio italiano in generale. 

RILEGGI LE DICHIARAZIONI DEL CAPITANO

– Sulla Curva che non va a Sassuolo: “40 euro sono tanti. Non è facile spendere tanti soldi se poi si conta anche il viaggio e il costo della trasferta”

-Su Strootman: “E’ un grande giocatore e può coprire molti ruoli a centrocampo, ma non credo possa coprire il ruolo di centrale difensivo”

– Sul Mondiale come incentivo: “Sicuramente i giocatori ci pensano ed è uno stimolo per fare bene nella propria squadra. Non credo però che i giocatori pensino al mondiale come punto di riferimento, ma vedano partita per partita. Rami avrà modi di mettersi in mostra e anche lui avrà voglia di dimostrare per fare bene nel Milan e anche per lui il mondiale sarà uno stimolo in più”

– Su Ranocchia: “E’ un talento. Sicuramente giocare a San Siro nel Milan o nell’Inter non è facile. Rimane sempre un giocatore giovane e può fare bene in un contesto di squadra. Lui è andato in difficoltà un po’ di volte, ma è giovane e può recuperare”

– Su Bonera in Nazionale: “Lui ha sempre fatto un bel lavoro, in circolazione di italiani non ce ne sono tanti. lui è un professionista, è sempre pronto e credo che prandelli potrebbe utilizzarlo bene”

Miglior centrale in Italia: “I migliori difensori devo dire che sono quelli della Juventus. Le altri grandi squadre come Milan, Roma o Inter hanno molti stranieri quindi devo dire che tra i migliori italiani ci sono di sicuro i giocatori juventini”

– Sulla possibilità di allenare il Milan: “Son sempre dei sogni. Ho allenato tanti anni la Primavera e adesso ho altri compiti, ma non si può mai sapere”

– Ancora su Zapata: “Difficile che il Mister rinunci a Zapata. Credo che Allegri lo faccia sempre giocare anche con tutti gli altri giocatori in forma”

– Sul possibile ingresso di Honda a Sassuolo e sul fuso orario dal Giappone : “Tornando dal Giappone ci vogliono almeno 6-7 giorni. Quando arrivavamo là stavamo bene pochi giorni prima della partita, invece al rientro i tempi erano più lunghi. Poi è un mese che Honda non gioca, non si devono accelerare i tempi”

– Su Matri: “L’ho allenato nella Primavera del Milan e lui è un bravissimo ragazzo, ha tante buone qualità e secondo me può giocare benissimo accanto a Balotelli. E’ arrivato con grandi aspettative e avere da solo un reparto offensivo come quello del Milan sulle spalle è difficile. Rispetto a Balotelli ha altre qualità, deve metterle a frutto”

– Sul mondiale 94: “Indipendentemete da tutto è stata un’esperienza che mi porterò sempre nel cuore. Mi ero rimesso da un infortunio e ho dato tutto quello che avevo”

– Su Zapata: “Deve imparare a gestire meglio i 90 minuti. E’ un buon difensore e rischia di rovinare una buona prestazione per dei singoli errori dio distrazione”

– Su esordio di Cristante: “Mi ha impressionato il suo esordio, è stato molto bravo e ha fatto inserimenti da veterano. Ha un bel tiro e ha fatto un bel gol. E’ intellgente, ha un buon passo ed è molto tecnico anche se non è rapidissimo. Può comunque ovviare a questa mancanza. Deve avere tempo e giocare. Rispetto ad Albertini ha meno esperienza, lui era arrivato più maturo”

– Sul Settore Giovanile: “la società è molto attenta e sta gestendo molto. bisogna essere bravi a gestire questi ragazzi. E’ importante guardarsi in giro ma puntare anche su questi ragazzi”

– Sulla Youth League: “Credo sia un’esperienza per i ragazzi molto importante, di grande soddisfazione e confronto”

– Su Inzaghi allenatore: “Lo vedo entrato perfettamente nel ruolo e quello che trasmette lui ai ragazzi credo sia molto importante. Quell’attaccamento che ha lui al calcio è un grande  incentivo per i ragazzi”

– Sulla partita di Tim Cup con lo Spezia: “Putroppo ci sarà poca gente, si giocherà mercoledì in un orario balordo, ma speriamo che i tifosi vengano lo stesso a sostenere il Milan e che saremo di più rispetto a quelli dello Spezia”