Benalouane: “San Siro è una sfida in più, una partita da giocare con entusiasmo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’Atalanta si rinforza in previsione del primo impegno in campionato contro i rossoneri e dà il benvenuto al difensore tunisino Yohan Benalouane. Il giocatore classe 1987, presentato a Zigonia, ha subito avuto parole piene di entusiasmo per il nuovo ambiente: “Avevo altre offerte, ma la mia prima scelta è sempre stata Bergamo, sono contento ed entusiasta di essere qui. Il primo impatto è sempre bello, soprattutto quando ho visto il centro sportivo. Negli ultimi mesi ho giocato poco, ma non è solo per questo che ho scelto l’Atalanta, una società ricca di storia, ed è un piacere rappresentare una società così, che assomiglia per questo motivo alla mia prima squadra, il Saint-Etienne”.

Il difensore, che indosserà la maglia nerazzurra numero 29, ha inoltre espresso il suo pensiero anche sul nuovo allenatore: Mister Colantuono è diverso da Donadoni, mi piace, dà carica“. Benalouane è infatti giunto nel club bergamasco in prestito, con diritto di riscatto, dal Parma, squadra dove non ha trovato la visibilità desiderata: “A Parma il mister mi ha dato poco spazio, ma è arrivato anche Cassani che ha fatto bene, poi è il tecnico che decide”. Pur avendo giocato poco però Yohan spera di poter essere utile già da subito ai compagni.

Il match contro il Milan ha anche un sapore particolare per il difensore, ma il motivo potrebbe non piacere ai rossoneri: “Non sono al 100%, ma mi sento bene. Ho entusiasmo, mi sento pronto per dare ai compagni il mio aiuto. Posso giocare a destra o come centrale, non ho problemi d’adattamento. San Siro è una sfida in più, una di quelle partite che si devono giocare con entusiasmo, spero che possiamo fare bene. Il mio idolo era Bolì, che ha segnato al Milan nel 1993 nella finale di Champions”. Inutile dire che speriamo che l’epilogo di lunedì sia ben diverso.