Due su due in campionato ma ko in Coppa Italia. Welcome, Essien!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Comincia con una vittoria l’era di Clarence Seedorf sulla panchina del Milan. Dopo l’esonero di Allegri in seguito alla sconfitta di Sassuolo, il popolo rossonero aveva davvero bisogno della vittoria in casa contro l’Hellas Verona. Nel posticipo della ventesima giornata di campionato, i rossoneri battono 1-0 i veneti grazie ad un calcio di rigore siglato da Mario Balotelli a nove minuti dal termine. Partita in equilibrio a San Siro con il nuovo modulo del tecnico olandese che non riesce a dare i frutti sperati. L’Hellas si chiude provando a sfruttare il contropiede e i rossoneri faticano a trovare gli spazi fino alla rete di Balotelli. Una vittoria che da morale e soprattutto prepara al meglio i rossoneri alla sfida di Coppa Italia contro l’Udinese. IN RIALZO

Mercoledì sera il Milan era chiamato alla conferma nei quarti di finale di Coppa Italia. Dopo aver eliminato lo Spezia e aver scongiurato il pericolo Inter, i rossoneri si trovavano contrapposti all’Udinese. I friulani partono male e il solito Balotelli porta in vantaggio il Milan dopo sei minuti. L’illusione dura mezz’ora, Emanuelson provoca un rigore su Widmer e gli uomini di Guidolin si portano sull’1-1 con Muriel. Nel secondo tempo, l’Udinese domina e il Milan è irriconoscibile. I ragazzi di Seedorf sono svogliati e sfiduciati rischiando di subire la rete del 2-1 in diverse occasioni. Abbiati si supera ma non può nulla all’80° minuto su Nico Lopez che segna e regala il passaggio in semifinale ai friulani. IN RIBASSO

Finalmente il mercato del Milan dà i primi segnali di vita. Dopo gli acquisti di Rami e Honda, in entrata si registra l’arrivo del centrocampista Michael Essien da Chelsea. I costi dell’operazione sono esegui per un giocatore che può dare ancora molto, senza contare che oggi una riserva del Manchester City è una pedina inamovibile nella mediana rossonera. Fisicamente dovrà togliere dei dubbi visto che arriva da un infortunio al ginocchio, però è di sicuro un lusso ed un rinforzo per il Milan. Per un centrocampista che entra, un altro saluta Milano. Nocerino, chiuso dall’arrivo del ghanese, si trasferisce in prestito secco al West Ham fino a giugno. IN RIALZO

Finale al cardiopalma ad Is Arenas. Il Milan batte il Cagliari evitando a Mister Seedorf la seconda sconfitta consecutiva dopo quella rimediata in Coppa Italia contro l’Udinese. La vittoria permette al tecnico olandese di mantenere l’imbattibilità in campionato. Al Sant’Elia finisce 2-1 per i rossoneri anche se l’inizio è tutt’altro che positivo. Honda e Robinho sbagliano due reti già fatte mentre Sau non sbaglia e approfitta dell’erroraccio di Amelia al 28° per portare in vantaggio i sardi. Il Milan non riesce a reagire e nonostante abbia in mano il pallino del gioco non trova la via del pareggio. Ci pensa il solito Balotelli a togliere le castagne dal fuoco, all’87° sorprende Avramov su punizione e riporta il risultato in parità. Dopo solo due minuti è Pazzini a portare in vantaggio il Milan regalando la gioia della vittoria ai rossoneri e ritornando al gol in Campionato dopo nove mesi. IN RIALZO