Carbone: “Con i nuovi innesti e il recupero degli infortunati, il Milan può tornare in alto”. E su Balotelli…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Con la maglia rossonera, in due stagioni (1990-1991 e 1993-1994, ndr) ha vinto ben quattro trofei: uno Scudetto, una Coppa dei Campioni, una Supercoppe europea e una Intercontinentale. Angelo Carbone, contattato da tuttomercatoweb.com, ha tracciato un bilancio della stagione dei rossoneri sin qui: “Il Milan ha le credenziali per poter risalire. Con i due giocatori che ha preso, qualche altro innesto e il recupero degli infortunati riuscirà a farlo. Non credo che il Milan abbia la rosa inferiore alle altre che inseguono l’Europa, tranne Juve e Napoli”.

“Ci sono già – continua l’ex rossonero -, due entrate ufficiali come Honda e Rami che poteranno esperienza internazionale. Sono giocatori importanti che aiuteranno la squadra a risalire la classifica. Poi qualche recupero di infortunati la squadra credo sarà più competitiva. Troppi infortuni? I giocatori hanno finito la stagione scorsa e hanno partecipato alla Confederations Cup, poi il Milan per superare il turno preliminare non ha potuto fare un’adeguata preparazione, i tempi di recupero di alcuni giocatori non sono stati quelli giusti, come El Shaarawy o De Sciglio, ma lo stesso Abate e Montolivo. Nainggolan? Parliamo di un giocatore che in Italia è uno dei migliore in quel ruolo li, mi auguro che il Milan riesca ad acquistarlo, porterebbe un valore aggiunto”.

Infine il capitolo Balotelli: “Ha un potenziale altissimo, – conclude Carbone –, purtroppo ad oggi qualche suo atteggiamento fa si che gli manca il tassello definitivo per diventare un vero campione. Non credo che andrà via a gennaio perché il Milan deve risalire e una società che deve dimostrare di essere ancora forte non può vendere i giocatori importanti. E se dovesse farlo ha già pronto un’alternativa, ma non penso succederà”.

(Foto: acmilan.com)