SM ANALISI/ Media punti a partita, Allegri batte Sacchi e Capello. Meglio di lui solo…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Che Massimiliano Allegri e il Milan fossero oramai alle battute conclusive di un rapporto mai veramente sbocciato, questo è storia. Ma l’ex tecnico rossonero da parte sua può vantarsi di un particolare secondo posto, che sicuramente lo renderà più orgoglioso degli ultimi risultati sportivi ottenuti con la squadra. Opta Sport, un portale di dati calcistici, ha stilato una classifica basata sulla media punti degli allenatori del Milan dell’era Berlusconi, con relativa percentuale di vittoria. E Allegri, a sorpresa, vince la medaglia d’argento dietro solo a Carlo Ancelotti.

Il tecnico livornese in tre anni e mezzo di gestione ha ottenuto 1.92 punti a partite, con una percentuale di vittoria pari al 55,6%. Meglio di lui, solo Ancelotti con 1.97 punti a partita e una percentuale del 57,6%. Sul gradino più basso del podio troviamo Fabio Capello, con il 52,6% di vittorie e una media di 1.92 punti a partita. Quarta posizione per Leonardo, che con la stessa percentuale di Capello ha però ottenuto meno punti (1.84). Più in basso, a sorpresa, Arrigo Sacchi con 1.83 punti a partita e il 51,3% di vittorie, e lo storico Nils Liedholm con 1.79 punti (48,3% di vittorie). A fondo classifica, Zaccheroni (1.79 punti e 47,8%), Terim (1.67 punti e 44,4%) e Tabàrez (1.50 punti e 40%).

Chiude questa particolare classifica Cesare Maldini, che si colloca in decima posizione con una percentuale di vittoria del 33,3% e 1.22 punti a partita. Troppo pochi per un allenatore del Milan: Seedorf preda i primi appunti.