CONFERENZA STAMPA/ Tassotti: “Buona prestazione della squadra. Se non c’è Allegri è anche colpa mia”. Cozzi: “I ragazzi hanno reagito bene, grazie ai tifosi”

tassotti allegri milan-roma (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Milan passa ai quarti di Tim Cup, grazie ad una buona partita contro un avversario non all’altezza come lo Spezia. Tassotti si presenta in conferenza stampa sereno per la prestazione della squadra.

Ecco le sue dichiarazioni: “La squadra ha qualche difficoltà altrimenti Clarence sarebbe arrivato a fine stagione. Abbiamo ritrovato Pazzini che ha fatto gol e che ha fatto bene, così come Honda. La squadra è questa ed era impensabile che stasera fosse tutto fluido. Abbiamo fatto una buona prestazione. Spezia? Noi avevamo tutto da perdere, ma abbiamo affrontato lo Spezia con la mentalità giusta. Non possiamo sottovalutare nessuno nelle nostre condizioni e alla fine abbiamo fatto la differenza. Quando si ha questa classifica si ha un po’ di ansia addosso, oggi ha giocato chi ha giocato di meno. A parte il quarto d’ora finale, che mi ha fatto arrabbiare un po’, in cui dovevamo gestire meglio e rallentare i ritmi. Ho condiviso tutte le scelte di Allegri, mi dispiace per quello che ho successo, anche io ho le mie responsabilità. Coppa Italia? La strada meno difficile per arrivare a giocare in Europa il prossimo anno, giocheremo ancora in casa con l’Udinese e, se arriviamo in semifinale, la seconda partita sarà in casa. In campionato mi sembra difficile poter tornare nelle zone nobili. Honda?Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che abbia i 90 minuti nelle gambe, l’ho cambiato anche per quello. Quando si è stanchi si alza il rischio di infortuni, se giocherà alla prossima partita io non lo so, decideremo insieme a Clarence“.

Queste le parole di mister Cozzi, sostituto di Devis Mangia: “Siamo contenti per l’atteggiamento tenuto durante tutti i 90 minuti, abbiamo giocato a viso aperto. Sapevamo che il Milan era molto forte. Importante vedere la reazione dei ragazzi dopo il primo gol. I ragazzi hanno mantenuto il ritmo alto grazie anche a questo tifo, entrare a San Siro e trovare una Curva piena dei propri tifosi è impagabile, non finiremo mai di ringraziarli per questo“.