Paloschi e Niang vanno a segno contro Inter e Monaco, Boateng si trasforma in uomo assist contro l’Atalanta

DIAVOLI FUORI SEDE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Milan sta attraversando un brutto momento: sconfitta per 4-3 contro il Sassuolo ed esonero di Massimiliano Allegri, inevitabile dopo le parole di addio della scorsa settimana e gli scarsi risultati. E pensare che la partita dei rossoneri è apparsa subito in discesa con le reti in rapida successione di Robinho e Balotelli. A spegnere i sogni di gloria milanisti ci pensa Berardi che cala il poker e porta il Sassuolo sul 4-2. Montolivo accorcia le distanze durante l’assedio rossonero ma nonostante il palo di Honda e la traversa di Kakà, la partita termina in favore degli emiliani.  Lontano da Milano, come si sono comportati i diavoli fuori sede? La Serie B riprenderà il 25 gennaio e la parola è passata al calciomercato. Si vocifera dell’interesse del Modena per Comi e del Varese per Verdi, mentre Henty ha lasciato lo Spezia per scendere in Lega Pro con il Perugia. Ecco nel dettaglio:

Paloschi, Alberto (Chievo) – Match equilibrato tra Inter e Chievo, partita terminata per 1-1 con tutte le emozioni concentrate nei primi dieci minuti di gioco. Passa incredibilmente in vantaggio all’ottavo minuti di gioco il Chievo con l’ex rossonero Alberto Paloschi, abile ad insaccare nell’angolino di destra un pallone filtrante servito da Drame. Il pareggio solo quattro minuti dopo con Nagatomo. Il bomber di Chiari ha lasciato il campo al 75° per far posto ad Estigarribia; avrà convinto Mister Corini con la quarta rete stagionale?

Petagna, Andrea (Sampdoria) e Salamon, Bartosz (Sampdoria) – Grande vittoria per la Sampdoria in casa contro l’Udinese per 3-0. Apre le danze Eder su rigore al 16° e raddoppia ad inizio ripresa; chiude definitivamente la partita Gastaldello allo scadere. Salamon ha assistito dalla panchina alla gara dei compagni di squadra mentre Petagna non era tra i convocati di Mister Mihajlović.

Boateng, Kingsley (Catania) – Il Catania chiude il girone d’andata all’ultimo posto a pari punti con il Livorno. In questa giornata i siciliani hanno sbattuto contro il muro Atalanta che ha vinto nonostante la partita equilibrata. La rete che ha sbloccato l’incontro è stata siglata al 67° da Denis per l’Atalanta, il raddoppio all’86° con Moralez e la rete della bandiera è stata segnata allo scadere da Leto su assist di Boateng. L’ex rossonero è subentrato ad Izco all’80° dando vivacità alla manovra offensiva siciliana. Sulla sua testa il pallone del possibile pareggio durante i minuti di recupero, tiro finito di poco sopra la traversa; risultato finale: Atalanta batte Catania per 2-1. Mister De Canio dovrebbe dare più fiducia al numero 23 rossoblù che ha dimostrato di poter giocare con più continuità su un palcoscenico così importante.

M’Baye Niang (Montpellier) – Esordio in Ligue 1 con goal per l’ex attaccante rossonero. Il francese pareggia la rete segnata da Kurzawa al 52° ribadendo in rete un calcio di rigore tirato malamente contro il portiere monegasco Subasic al 70°. Niang non poteva immaginarsi esordio migliore dopo la rete segnata in Coppa di Francia contro il Rodez la scorsa settimana. L’attaccante ha lasciato il posto a Montaño al 74°. Risultato finale: Montpellier-Monaco 1-1.

Didac, Vilà (Betis) – Sconfitta di misura per il Betis di Didac Vilà in casa contro l’Osasuna. Parte male il match per i padroni di casa che dopo due minuti vanno sotto di una rete grazie a Torres. Nel secondo tempo l’Osasuna si porta sul 2-0 con un autogoal di Figueras poco prima dell’errore dal dischetto dell’attaccante del Betis, Castro. A nulla vale la rete di Molina a dieci minuti dal termine che porta i biancoverdi sul 2-1. L’ex terzino rossonero non era tra i convocati di Mister Garrido.

In Lega Pro Girone A e B:

Henty, Ezekiel (Perugia) – Esordio vittorioso contro il Gubbio per Henty, passato negli scorsi giorni dallo Spezia al Perugia. La partita è terminata per 0-5 grazie alle reti di Mazzeo, Moscati, Nicco e doppietta di Eusepi. L’ex rossonero è subentrato a Fabinho all’80°, sicuramente nelle prossime partite avrà modo di mettersi in mostra e dimostrare tutto il suo talento.

Zigoni, Gianmarco e Beretta, Giacomo (Lecce) – Vince e convince il Lecce di Mister Lerda, questa settimana è la volta del L’Aquila a soccombere all’armata giallorossa. I salentini hanno vinto in trasferta per 0-1 grazie alla rete di Papini al 18°.  Zigoni è rimasto in panchina per tutto il match mentre Beretta è subentrato a Bogliacino al 78°.

Ganz, Simone (Lumezzane) – Sconfitta di misura del Lumezzane di Simone Ganz in casa contro l’Unione Venezia: 1-2 il risultato finale. Passa in vantaggio la squadra veneta grazie a Bocalon, Torregrossa illude i lombardi che si riportano in parità all’88° prima di soccombere definitivamente con Lancini allo scadere del secondo tempo. Ganz è subentrato a Carlini al 78°, troppo poco tempo per riuscire a risolvere la partita.

Valoti, Mattia (Albinoleffe) – Mister Gustinetti deve incassare la seconda sconfitta di fila da quando è stato chiamato alla guida dell’Albinoleffe. I lariani hanno perso per 2-0 in trasferta per merito delle reti Vassallo al 51° e di Corazza al 66°. Tanta grinta per l’ex rossonero Valoti che è stato schierato da titolare e poi espulso nei minuti di recupero a causa delle reiterate proteste nei confronti dell’arbitro.