Niang ancora in gol in Ligue 1, mentre Henty segna la rete decisiva contro il Grosseto

DIAVOLI FUORI SEDE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Milan, dopo la brutta esclusione dalla Coppa Italia per mano dell’Udinese, era chiamato ad una prova esemplare contro il Cagliari per riconfermare i piccoli miglioramenti visti in campo la scorsa settimana nella vittoria di misura contro l’Hellas Verona. Il risultato è andato oltre alle aspettative considerando che un erroraccio di Amelia aveva permesso ai sardi di portarsi sull’1-0 dopo un quarto d’ora di gioco. L’assedio del Milan è durato circa mezz’ora, prima di trovare la rete del pareggio con una punizione di Balotelli che a giro ha sorpreso Avramov. Quando la partita sembrava destinata ad 1-1, ci pensa Pazzini a deviare in porta un calcio d’angolo di Honda siglando così il 2-1 finale e regalando altri tre punti alla gestione Seedorf. Il bomber rossonero è ritornato al gol dopo nove mesi d’astinenza mentre il Milan è riuscito finalmente a vincere due partite consecutive in Serie A in questa stagione. Lontano da Milano, come si saranno comportati i diavoli fuori sede? Ecco nel dettaglio:

Matri, Alessandro (Fiorentina) – Partita ricca di emozioni all’Artemio Franchi: Fiorentina-Genoa 3-3. Apre le danze su rigore Gilardino al 27° e sempre dal dischetto pareggia i conti Aquilani dopo solo sei minuti. Rispondono  immediatamente i liguri che si riportano in vantaggio con Antonini al 34° e sempre Aquilani segna e porta i viola sul 2-2 al 42°. Sale in cattedra il centrocampista che all’inizio del secondo tempo sigla il terzo goal personale e porta gli uomini di Mister Montella sul 3-2. L’illusione dura solo un quarto d’ora, ci pensa De Maio a mettere il sigillo finale all’incontro segnando il 3-3. L’ex bomber rossonero ha dato brio alla manovra offensiva toscana e ha creato tante occasioni da rete che però non è riuscito a sfruttare a dovere.

Boateng, Kingsley (Catania) – Un punto importante per il Catania in casa dell’Inter. La gara è finita a reti inviolate e la punta siciliana è rimasta in panchina per tutto l’incontro.

Paloschi, Alberto (Chievo) – Mister Corini ha dato ancora fiducia ad Alberto Paloschi e lui l’ha ripagato con una prestazione maiuscola. L’armata clivense è riuscita ad arginare il Napoli per 1-1 andando anche molto vicino al colpaccio, sarebbero stati tre punti importanti vista la differenza d’organico e la forza dei partenopei davanti al loro pubblico. Il vantaggio di Sardo al 18° minuto è durato fino allo scadere quando Albiol ha sorpreso Puggioni pareggiando il conto dei gol. Il bomber gialloblù è stato sostituito da Estigarribia al 78°.

Salamon, Bartosz (Sampdoria) – Pareggio beffa per la Sampdoria di Salamon che si è vista raggiungere su rigore da Diamanti al 90°. Il vantaggio blucerchiato è stato siglato da Gabbiadini al 62° che aveva dato l’illusione della vittoria tra le mura amiche del Marassi alla squadra doriana. Il difensore polacco è rimasto in panchina per tutti i novanta minuti dell’incontro.

Vergara, Jherson (Parma) – La scorsa settimana è stato definito il passaggio del difensore colombiano in Emilia. L’ex rossonero non era tra i convocati di Mister Donadoni mentre i compagni hanno battuto in casa l’Udinese per 1-0 grazie alla rete di Amauri al 35°.

Niang, M’Baye (Montpellier) – Il Montpellier di M’Baye Niang ha battuto in casa il Nizza per 3-1. L’ex rossonero ha aperto le marcature al 31°, Hilton raddoppia al 54° e Bosetti accorcia le distanze al 61°. Niang al 66° viene sostituito da Camara che all’81° sigla la marcatura che mette il sigillo definitivo al match. Il francese è in netta crescita e sono un lontano ricordo le prestazioni opache di San Siro. La speranza è che continui su questa strada, rispettando quanto promesso la scorsa settimana: “A giugno ritornerò al Milan!”. Speriamo.

Nocerino, Antonio (West Ham) – L’ex centrocampista rossonero trascorrerà i prossimi sei mesi in prestito al West Ham. Esordio importante per Nocerino che il prossimo mercoledì, si troverà ad affrontare una difficile trasferta contro il Chelsea.

Didac, Vilà (Betis) – Terza sconfitta consecutiva in questo avvio di 2014 per il Betis, questa settimana tocca il Celta Vigo a battere in casa Didac Vilà e compagni. Inaspettatamente passano in vantaggio gli ospiti con Castro al 17° ma i galiziani ci mettono cinque minuti a pareggiare il match con Orellana e portarsi sul 3-1 con Dias al 31° e ancora Orellana al 40°. Nella ripresa, Nolito aumenta il vantaggio per il Celta al 73° e la rete di Castro all’80°, la seconda personale, chiude definitivamente il match sul risultato di 4-2. L’ex terzino rossonero non era tra i convocati del nuovo tecnico del Betis, Gabriel Calderon.

In serie B:

Ely, Rodrigo (Varese) – Brutta sconfitta per il Varese di Rodrigo Ely in casa contro il Cesena. I romagnoli hanno tenuto in mano il pallino del gioco per tutti i novanta minuti mentre i lombardi hanno faticato per limitare i danni. Il match è terminato per 3-1 ma poteva finire anche peggio. Dopo solo tre minuti il Varese era già sotto di una rete grazie a D’Alessandro. I lombardi provano a replicare ma subiscono la seconda rete da Belinghieri al 19° mentre riescono ad accorciare le distanze con il rigore di Pavoletti al 34°. Il 3-1 che mette al sicuro il risultato lo segna Gagliardini ad un quarto d’ora dal termine. L’ex difensore rossonero nulla ha potuto contro l’attacco prorompente del Cesena.

Fossati, Marco (Bari) – Sfortunata sconfitta di misura per il Bari di Fossati contro la Reggina, decide la rete di Maicon dopo un minuto di gioco: Bari-Reggina 1-0. I baresi, dopo la rete subita si sono riversati in avanti e pur creando tante occasioni non sono riusciti a trovare la via del pareggio. L’ex centrocampista rossonero è subentrato a Sabelli all’80° ma in dieci minuti non è riuscito a dare il giusto contributo alla squadra di Mister Alberti.

Comi, Gianmario (Virtus Lanciano) e Oduamadi. Nnamdi (Brescia) – “Derby rossonero” tra il Lanciano di Comi e il Brescia di Oduamadi. Comi è passato la scorsa settimana dal Novara alla squadra di Chieti ed ha ottenuto subito la fiducia di Mister Baroni venendo schierato all’esordio nell’undici titolare mentre Oduamadi è subentrato all’89° a Benali. La partita è terminata per 1-0 in favore dei padroni di casa del Lanciano, decide la rete di Piccolo al 78°. Tanto movimento per l’ex novarese che ha creato tanto senza riuscire a concretizzare nessuna occasione da rete. Comi è stato spesso in panchina negli ultimi mesi e non avendo il ritmo partita nelle gambe è  stato sostituito da Falcinelli al 68°.

Lora, Filippo (Cittadella) – L’ex trequartista rossonero è ancora fermo ai box in seguito all’infortunio ai legamenti di inizio stagione. I suoi compagni hanno perso in casa contro lo Spezia all’ultimo minuto di gioco con Ceccarelli II che completa la rimonta dopo l’iniziale vantaggio di Busellato al 32°. La rete momentanea dell’1-1 è stata messa a segno da Ferrari al 64°: 1-2 per lo Spezia il risultato finale.

Verdi, Simone (Empoli) – Incredibile sconfitta per l’Empoli di Verdi in trasferta contro il Latina. Gara in equilibrio fino al 74° quando Tavano segna la rete del vantaggio toscano. L’illusione dura solo quattro minuti, Jefferson al 78° riporta in parità il risultato. Quando la partita sembrava destinata ad un pareggio, ci pensa Ristovski a dare la gioia ai laziali segnando la marcatura che decide il match al 93°. Verdi è subentrato a Croce al 79°, poco dopo la rete dell’1-1 del Latina. Il trequartista non ha fatto in tempo ad ambientarsi che il laziali si sono portati sul 2-1. La speranza è che Mister Sarri cominci ad affidarsi con più continuità all’ex mediano rossonero.

In Lega Pro Girone A e B:

Ganz, Simone (Lumezzane) – Gara spettacolare in Ligura tra Virtus Entella e Lumezzane: 4-5 il risultato finale. Passano in vantaggio i padroni di casa su rigore al quarto minuto con Troiano e dopo tre minuti raddoppiano con Marchi. I lombardi non ci stanno e accorciano le distanze con Ekuban al 13° minuto, la prima frazione di gioco si chiude per 2-1 a favore della Virtus Entella. Dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa, pareggia il conto dei gol Russo e Torregrossa porta in vantaggio il Lumezzane al 60°. Ekuban porta gli ospiti sul 4-2 al 71° e Moreo all’84° fa riavvicinare i liguri segnando il 4-3. All’88°, Monticone dà il colpo di grazia alla Virtus Entella portando il Lumezzane sul 5-3. Inutile la rete di Ricchiuti allo scadere per il 5-4 finale. Ganz non era tra i convocati di Mister Marcolini.

Valoti, Mattia (Albinoleffe) – Vittoria casalinga dell’Albinoleffe contro la Pro Patria per 2-1. Apre le marcature Pesenti per i bergamaschi al 36° su rigore, raddoppia Calvano all’80° e sigla la rete della bandiera Mella allo scadere. Valoti è ancora squalificato in seguito all’espulsione rimediata due settimane fa contro il Sud Tirol per proteste. Dopo questa gara, gli resta da scontare ancora una delle tre giornate di squalifica comminategli dal giudice sportivo.

Henty, Ezekiel (Perugia) – Mister Camplone non si fida ancora ad inserire Henty dal primo minuto ma dovrà ricredersi perché alla seconda apparizione nel Perugia sigla la rete decisiva nella vittoria casalinga contro il Grosseto. Il primo tempo si conclude sul 2-2 con i padroni di casa che si portano in vantaggio con Massoni al 14° prima di andare sotto grazie alla doppietta di Bombagi al 16° e al 24°. A riportare il risultato in parità ci pensa Scognamiglio al 48°. L’ex rossonero subentra al 70° a Eusepi e al 75° segna la rete che consegna la vittoria e i tre punti al Perugia. Henty non poteva desiderare inizio migliore nella sua nuova avventura in terra umbra.

Zigoni, Gianmarco e Beretta, Giacomo (Lecce) – Pareggio a reti inviolate tra Catanzaro e Lecce. In Calabria è andata in scena una partita sostanzialmente equilibrata tra due squadre che si sono studiate per tutti i novanta minuti senza mai affondare il colpo decisivo. Zigoni è subentrato ad Amodio al 66° mentre Beretta a Ferreira Pinto al 73°. L’ingresso dei due ex rossoneri è coinciso con l’aumento del forcing salentino ma gli uomini di Mister Lerda non sono riusciti ad andare in rete.