Galliani: “Il jet leg potrebbe fermare Honda contro il Sassuolo. Fernando piace, ma c’è Cristante”

honda galliani (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Poco dopo la conferenza stampa di Honda, Adriano Galliani ai microfoni di Mediaset, all’interno di StudioSport, spiega: “Se fosse arrivate ad agosto Honda, sarebbe arrivato Kakà? Non so, devo pensarci francamente non lo so. Non ci ho mai pensato”.

Sul possibile impiego del giapponese contro il Sassuolo: “Noi siamo andati spesso in Giappone per il mondiale per club, avevamo rendimenti inferiori a quelli che avevamo in Europa. Nel 2007 abbiamo fatto uno studio approfondito su effetti jet leg che colpisce chi arriva dal Giappone e lui è stato lì 20 giorni. Il jet leg colpisce il quarto, il quinto e il sesto giorno rendendo il corpo è meno efficiente, meno forte. Io non faccio il medico e l’allenatore, deciderà chi di dovere ma io non forzerei. Ci sono partite anche dopo, ha 3 anni e mezzo di contratto. Noi col Boca abbiamo fatto una bella partita perché abbiamo studiato bene. Io farei molta attenzione”.

Sul mercato e in particolare Fernando del Porto: “Non tutto quello che si legge è Vangelo. non ci sono trattative per Fernando, ma piace. Il centrocampista? Bryan Cristante classe 1995. C’è anche con l’Atletico. Poi non so, il mercato dura fino al 31. In Champions ci sono De Jong, Cristante, Noce e Poli. Nel caso si può alzare anche Emanuelson, che nasce lì. Bisogna fare di necessità virtù”.