Galliani: “Honda è idoneo e con il Sassuolo potrebbe scendere in campo. Necessarie 2-3 cessioni”

Galliani_2
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Intervista esclusiva dell’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ai microfoni di Milan Channel. Tra i temi: Honda (col quale Galliani cenerà in serata a Milano), Rami, passando per il lutto per la scomparsa di Eusebio e per le prossime mosse di mercato.

“Honda ha fatto le visite mediche e ha già l’idoneità e può allenarsi – ha spiegato il manager rossonero -. E’ andato tutto bene e da martedì si aggregherà al gruppo. Vedremo se sarà pronto già per domenica prossima contro il Sassuolo”. E ancora sul giapponese: “Come persona non lo conosco, ho avuto su di lui buonissime informazioni dai nostri osservatori e da Alberto Zaccheroni che me ne ha parlato molto bene. In generale, i giapponesi sono molto disciplinati e ordinati. Sapevo che voleva allenarsi già da ieri, ma l’ho fermato io perchè in Italia ci sono dei vincoli rigidissimi riguardanti l’idoneità fisica. Ora invece può allenarsi quanto vuole perchè è idoneo”.

Quindi su Adil Rami: “Abbiamo fatto un’impresa a riuscire a tesserarlo, venerdì sera è arrivato il tranfer e domani sarà a disposizione, probabilmente partendo dalla panchina”.

Poi sul mercato: “Adesso in rosa siamo in 30, dobbiamo sfoltire due o tre giocatori, poi vediamo se arriverà un mediano”.

Infine un pensiero sulla scomparsa del portoghese Eusebio: “Ho avuto occasione di conoscerlo, un personaggio molto importante, uno dei grandi idoli della mia gioventù. Ha vinto due Coppe dei Campioni prima di giocare la semifinale vinta dal Milan a Wembley nel 1963. Mi dispiace molto. Lui e Di Stefano erano dei grandissimi che ho avuto la fortuna di consocere”.