Ghisoni (ag. FIFA): “L’esonero di Allegri era prevedibile, soprattutto dopo le parole d’addio”

allegri (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ieri è stata una giornata molto importante per il Milan: come prevedibile, Massimilano Allegri è stato esonerato in seguito alla brutta sconfitta rimediata contro il Sassuolo. La posizione del tecnico toscano era già scomoda, avendo dichiarato che a fine stagione avrebbe salutato la società di Via Aldo Rossi. Questa fase di destabilizzazione ha distratto dal calciomercato, prima di proseguire è necessario capire se Mauro Tassotti rimarrà seduto sulla panchina rossonera fino al termine del campionato o passerà il testimone a Clarence Seedorf.

Ad analizzare il momento cruciale della stagione milanista è l’agente FIFA Riccardo Ghisoni che in esclusiva per ilsussidiario.net ha dichiarato: L’esonero di Allegri non è affatto una sorpresa. L’avventura non poteva proseguire dopo aver ufficializzato il suo addio al Milan. Era questione di tempo e soprattutto i risultati continuano a mancare. Il tecnico della prossima stagione sarà Seedorf, penso che sia utile che arrivi prima cosi da avere sei mesi d’ambientamento. Sarebbe meglio per tutti e soprattutto per lui, è come se fosse una sorta di prova con certezza di conferma, salvo imprevisti. L’ipotesi Inzaghi sarebbe stata suggestiva ma anche inutile e rischiosa, guidare i rossoneri per sei mesi per poi defilarsi e fare posto all’olandese”.

L’agente FIFA prosegue parlando del futuro assetto societario del Milan: “L’esonero di Allegri da poteri supplementari a Barbara Berlusconi. Era immaginabile che sarebbe finita così e a questo punto prevedo l’addio di Galliani a breve. Magari non a giugno, ma non credo sia ancora lunga l’avventura dell’ad in rossonero. Barbara ha preso possesso di tutto e lo ha dimostrato con l’esternazione nel post della partita contro il Sassuolo. Honda? Ha le potenzialità per fare bene, ma dipenderà solo da Seedorf. Onestamente credo che il giapponese abbia delle caratteristiche tecniche migliori di molti giocatori presenti in rosa. Contro il Sassuolo ha giocato bene nonostante non sia ancora nel pieno della forma”.