L’arrivo, l’attesa, i primi passi in rossonero: countdown Honda

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dopo tante parole, un corteggiamento lungo ed intenso, oggi finalmente è il grande giorno di Keisuke Honda. Nel pomeriggio ci sarà il primo assaggio di Milan per il fantasista giapponese che potrà esordire in maglia rossonera con ogni probabilità solo domenica 12 gennaio nella trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo. E così è arrivato il momento del primo giapponese al Diavolo, in un’operazione che saltò per alcuni dettagli in estate ma che era fortemente voluta dalle parti e non poteva più essere rimandata.

Il nipponico sbarcherà a Milano, con un volo aereo da Tokyo, intorno alle 18.25. Ad accoglierlo all’aeroporto ci saranno Umberto Gandini, Ernesto Bronzetti e Fabrizio de Vecchi. L’ormai ex calciatore del Cska Mosca, che per l’occasione si presenterà già con la divisa di rappresentanza, accompagnato dalla moglie, dal figlioletto Sojiro, dal fratello Hiroyuki e da Akihiro Kasuga, il responsabile della Honda Estilo, domani poi si sottoporrà alle visite mediche. Il 6 gennaio assisterà in tribuna al match della sua nuova squadra contro l’Atalanta e quella sarà l’occasione per i primi flash ufficiali a San Siro.

Martedì inizierà ufficialmente la sua avventura in rossonero con il primo allenamento sotto la guida di Mister Allegri ed in compagnia dei suoi nuovi compagni. Il giorno dopo, infine, sarà la volta della sua prima conferenza stampa che si terrà nella sala executive di San Siro. L’attesa, quindi, è ormai finita: il Milan ha ufficialmente il suo nuovo numero dieci. Maglia pesante, maglia che spesso è stata indossata da campioni assoluti che hanno contribuito a rendere il Diavolo il club più titolato al Mondo. I tifosi rossoneri si augurano che Honda possa esserne quantomeno un degno erede.