La riparazione prende forma. Un occhio al reparto arretrato che…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Fabrizio Villa collabora con SpazioMilan.it da settembre 2011, dopo esser stato realizzatore nel 2010 per Sky Sport. E’ opinionista a “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

L’approdo anticipato di Clarence Seedorf ha indubbiamente modificato le vie del mercato rossonero. Un modulo diverso e una particolare affezione al nuovo tecnico da parte del Presidente, sono particolari che non possono non influenzare le scelte di gennaio della società. La paura dell’immobilismo è stata fugata; nella giornata di ieri è arrivata l’ufficialità di Michael Essien, con la conseguente cessione di Antonio Nocerino, ma non solo. Radiomercato ha lasciato trapelare quali saranno le prossime mosse della dirigenza. Insistenti voci confermano che il Milan è alla ricerca di un centrale difensivo; Paletta resta un nome caldo nel taccuino di Adriano Galliani, così come Nemanja Vidic, anche se per quest’ultimo è più probabile che si agirà con decisione in estate.

Dal blog del Corriere della Sera di Monica Colombo inoltre, abbiamo appreso che il Diavolo ha chiesto informazioni al Real Madrid relativamente a Fabio Coentrao. Il terzino sinistro portoghese, poco utilizzato da Carlo Ancelotti, sembra quindi essere un possibile nome nuovo. Le Merengues hanno tuttavia tenuto a precisare che il giocatore è considerato al momento incedibile.

Resta in ogni caso un segnale importante il fatto che in via Aldo Rossi abbiano iniziato la ricerca anche di un esterno basso mancino. Le prestazioni insufficienti di Urby Emanuelson e Kevin Constant in quest’annata non potevano passare inosservate. Nelle ultime ore intanto acquistano sempre più credibilità i rumors su Armero del Napoli già filtrati nei giorni scorsi. Pare proprio sia la corsia di sinistra la zona di campo nella quale si concentrano maggiormente le attenzioni dei rossoneri. Individuare le esigenze primarie è il primo passo necessario per iniziare a crescere davvero. Forse (!), ci siamo.

Twitter: @fabryvilla84