Allegri, gennaio benedetto: vittorie e record di punti, i precedenti

allegri balotelli (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Al rientro dalla sosta natalizia, il Milan è obbligato a inanellare una serie di vittorie consecutive e abbandonare una posizione di classifica al momento disastrosa. E’ questo l’unico modo per provare a migliorare una stagione che finora è la peggiore dell’era Berlusconi. Per farcela, bisogna iniziare a mettere in circolo grinta e determinazione, accompagnate da concretezza ed efficacia: servono solo i risultati, tutto il resto passa in secondo piano. In ogni caso, per convincersi che da lunedì sera il Milan riesca a bruciare le tappe e a recuperare quanto perso nei primi quattro mesi di campionato, i tifosi rossoneri possono fare affidamento su una statistica divenuta un leitmotiv delle ultime stagioni: a gennaio, da quando c’è Allegri in panchina, il Milan accumula punti su punti e vittorie su vittorie.

Già, come riportato ieri da La Gazzetta dello Sport, nel primo mese dell’anno le squadre allenate da Max danno il massimo e ottengono ottimi risultati. Il tecnico toscano, dai tempi dell’Aglianese, non ha mai perso la prima gara successiva la pausa invernale. E da quando siede su una panchina di Serie A, a gennaio, ottiene medie punti da capogiro. Così è stato con il Cagliari e, per ora, così è accaduto anche con il Milan. Negli ultimi tre anni, infatti, nel mese di gennaio i rossoneri hanno perso soltanto una partita: il derby d’andata della stagione 2011/2012. Nel gennaio 2011, il primo di Allegri nelle vesti di allenatore del Milan, i rossoneri hanno ottenuto tre vittorie (contro Cagliari, Cesena e Catania) e due pareggi (contro Udinese e Lecce). Dodici mesi più tardi, la sconfitta nella stracittadina è passata in secondo piano grazie ai successi ai danni dell’Atalanta, del Novara e del Cagliari.

Nell’ultima stagione, invece, a gennaio il Milan targato Allegri ha raccolto dieci punti su dodici. Il pareggio a reti bianche andato in scena al Ferraris di Genova, contro la Sampdoria, è stato accompagnato dalle vittorie ai danni del Siena, del Bologna e dell’Atalanta. Niente male, insomma. Certo, le statistiche sono fatte per essere smentite da un momento all’altro. Ma la tradizione che vede il Milan di Allegri dominare il mese di gennaio non può (e non deve) interrompersi proprio quest’anno. Perché se il Diavolo non invertisse subito il trend degli ultimi mesi, potrebbero essere problemi, gravi problemi.